Trattamenti per il disturbo da lavoro a turni

Trattamenti non medici

Oltre ai cambiamenti comportamentali e alle buone abitudini di sonno, ci sono altre opzioni non mediche per migliorare i sintomi del disturbo da lavoro a turni. Una di queste opzioni può aiutarti a regolare il tuo sonno o a migliorare la tua vigilanza sul lavoro.



Melatonina

La melatonina è una sostanza chimica sonnolenta prodotta naturalmente dal corpo. Nelle persone che non lavorano nei turni di notte, i livelli di melatonina aumentano poche ore prima di coricarsi quando il corpo si prepara per dormire. I livelli di melatonina rimangono alti di notte, diminuiscono al mattino e rimangono molto bassi durante il resto della giornata. Se lavori a turni e sei esposto alla luce durante la sera o la notte, la produzione naturale di melatonina del tuo corpo può essere soppressa. Inoltre, la luce notturna può causare un cambiamento nei tempi di questo profilo di melatonina (che normalmente è alto di notte e basso durante il giorno). Nella maggior parte dei lavoratori a turni, il profilo della melatonina non si riallinea correttamente con il lavoro notturno e il sonno durante il giorno. Questa mancanza di allineamento appropriato del profilo della melatonina e del resto del sistema circadiano contribuisce a disturbi del sonno diurno, diminuzione della vigilanza durante i turni notturni e presumibilmente a molti altri problemi di salute associati al lavoro a turni.

L'assunzione di melatonina può aiutare a 'resettare' il tuo orologio interno se devi adattarti a un programma irregolare. La melatonina è venduta come integratore alimentare come vitamine e minerali e non è regolamentata dalla Food and Drug Administration. Se stai pensando di prendere la melatonina, parlane con il tuo medico e assicurati di usarla correttamente, nella dose corretta e al momento giusto. L'uso inappropriato della melatonina può ritorcersi contro e aumentare i problemi di sonno.



Terapia della luce

Lettura correlata


La luce è un segnale potente per il tuo orologio interno. La terapia della luce può aiutare i lavoratori a turni ad adattarsi a programmi irregolari. La luce ha due effetti principali sul tuo ritmo sonno / veglia. Ha un effetto di allerta e ha anche la capacità di cambiare gradualmente i modelli di sonno prima o dopo, a seconda dei tempi di esposizione alla luce. Durante la terapia della luce, ti siedi vicino a una scatola luminosa per un periodo di tempo prescritto. L'ora del giorno è molto importante per ottenere l'effetto desiderato. L'esposizione alla luce intensa all'inizio del periodo di veglia di una persona (e alla luce fioca alla fine del periodo di veglia) ha l'effetto di spostare l'orologio interno prima. L'esposizione alla luce a fine giornata ritarda i tempi dell'orologio interno. I tempi di esposizione alla luce possono aiutarti a stabilire un migliore ritmo sonno / veglia, in base al tuo programma di lavoro e alle tue esigenze.

Il tuo medico potrebbe consigliarti la terapia della luce come un modo per aiutarti a modificare i tuoi schemi di sonno e diventare più vigile e produttivo per il lavoro a turni. Il tuo medico avrà bisogno di informazioni dettagliate sul tuo programma di lavoro e sui tuoi schemi di sonno prima di prescrivere i tempi e la quantità di terapia della luce che è meglio per te. Le scatole luminose sono disponibili nei negozi e online e talvolta sono coperte da assicurazione.

Caffeina

La caffeina può renderti più vigile e produttivo durante il tuo turno. Si è scoperto che fino a 200 mg di caffeina (una tazza di caffè contiene 100-200 mg di caffeina, una lattina di soda 30-40 mg) migliora la vigilanza per coloro che desiderano essere svegli di notte. Un pisolino seguito dalla caffeina può essere particolarmente efficace. La caffeina rimane nel tuo corpo per molte ore, quindi assicurati di diminuire l'assunzione di caffeina mentre il tuo turno finisce, idealmente limitando la tua caffeina all'inizio della metà del tuo turno.

Trattamenti medici

Le opzioni non mediche, come seguire una buona igiene del sonno, apportare modifiche al tuo programma e all'ambiente in cui dormi e praticare tecniche di rilassamento sono di solito il primo passo nel trattamento del disturbo del sonno del lavoro a turni. Se li hai provati e hai ancora sintomi che interferiscono con il lavoro o la vita familiare, il tuo medico potrebbe suggerirti dei farmaci. Questo potrebbe essere un farmaco per aiutarti a rimanere vigile al lavoro o per aiutarti a dormire durante le ore libere.

Aiutarti a sentirti vigile: Ci sono farmaci, come il modafinil (marca Provigil) e l'armodafinil (marca Nuvigil) che aumentano la veglia e possono aiutare a rendere le persone vigili e produttive sul lavoro. Se hai apportato modifiche ai tuoi comportamenti e al tuo programma di sonno, ma ti senti ancora molto assonnato o hai molti attacchi di addormentamento quando dovresti essere sveglio, il tuo medico potrebbe suggerirti un farmaco come opzione.



Questi farmaci agiscono attivando i sistemi che normalmente tengono sveglio il cervello durante il giorno. Questi farmaci non sono anfetamine e non danno assuefazione. Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Aiutarti a dormire: Potrebbero essere suggeriti aiuti per dormire per aiutarti ad addormentarti e rimanere addormentato per aiutare temporaneamente un lavoratore a turni che ha bisogno di dormire durante ore irregolari. Esempi di aiuti per il sonno includono benzodiazepine, ipnotici non benzodiazepinici e alcuni antidepressivi.

Dovresti chiedere al tuo medico quale di questi può essere la migliore corrispondenza per i tuoi sintomi e la tua storia di salute.

Sicurezza dei farmaci

Se il tuo medico ha prescritto farmaci per il tuo disturbo del lavoro a turni per aiutarti a rimanere vigile sul lavoro (un farmaco che promuove la veglia) o dormire quando non sei in servizio (un aiuto per dormire), è importante seguire le istruzioni del medico.

Prendi il dosaggio corretto esattamente come prescritto dal medico. I farmaci possono avere effetti collaterali e devono essere presi nel modo corretto, oppure possono essere inefficaci e persino peggiorare il problema del sonno.

Prima di prescrivere uno di questi farmaci, il medico esaminerà la tua storia clinica, i tuoi sintomi attuali e verrà a conoscenza di eventuali farmaci che stai attualmente assumendo. Questo è un passo importante perché ci sono determinate condizioni di salute e interazioni farmacologiche da considerare. I farmaci per il trattamento della sonnolenza eccessiva e dell'insonnia, nonché altri farmaci per altri disturbi possono avere effetti collaterali, quindi è molto importante conoscere prima questi effetti collaterali e prendere nota di eventuali cambiamenti o sintomi che si notano quando li si assume.

È importante sapere che i farmaci che ti aiutano a rimanere vigile non compensano la mancanza di sonno, il tuo corpo ha ancora bisogno della giusta quantità di sonno per funzionare bene, indipendentemente dal fatto che tu prenda questi farmaci o meno.

Anche se prendi farmaci per il disturbo da lavoro a turni, assicurati di implementare anche cambiamenti comportamentali. I farmaci per l'eccessiva sonnolenza o l'insonnia non dovrebbero essere pensati come una soluzione a lungo termine, ma piuttosto come un modo temporaneo per alleviare i sintomi. I cambiamenti comportamentali sono importanti per un sonno sano a lungo termine.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non