Digrignare i denti

Stringere e digrignare i denti è una reazione involontaria comune alla rabbia, alla paura o allo stress. In alcune persone, questa reazione si manifesta ripetutamente durante il giorno, anche se non rispondono a un fattore di stress immediato. Questo digrignamento involontario dei denti è noto come bruxismo.

Il bruxismo può verificarsi durante la veglia o il sonno, ma è molto meno probabile che le persone sappiano che digrignano i denti quando dormono. A causa della forza applicata durante gli episodi di bruxismo del sonno, la condizione può porre seri problemi ai denti e alla mascella e può richiedere un trattamento per ridurne l'impatto.



Cos'è il bruxismo del sonno?

Il bruxismo del sonno è digrignare i denti che si verifica durante il sonno. Il bruxismo del sonno e il bruxismo durante la veglia sono considerati condizioni distinte anche se l'azione fisica è simile. Dei due, il bruxismo sveglio è più comune.

Una sfida chiave con il bruxismo del sonno è che è molto più difficile per le persone essere consapevoli di digrignare i denti mentre dormono. Relativamente, una persona che dorme non si rende conto della forza del morso, quindi stringe e digrigna i denti più strettamente, impiegando fino a 250 libbre di forza .

Quanto è comune il bruxismo del sonno?

Il bruxismo del sonno è più comune nei bambini, adolescenti e giovani adulti rispetto agli adulti di mezza età e anziani. I numeri esatti di quante persone hanno il bruxismo del sonno sono difficili da trovare perché molte persone non sono consapevoli di digrignare i denti.



Le statistiche sul bruxismo del sonno nei bambini sono le più difficili da definire. Gli studi hanno trovato ovunque da circa il 6% a quasi il 50% dei bambini sperimentare il digrignamento notturno dei denti. Può colpire i bambini non appena entrano i denti, quindi alcuni neonati e bambini piccoli digrignano i denti.

Negli adolescenti, la prevalenza del bruxismo del sonno è stimato intorno al 15% . Diventa meno comune con l'età poiché si ritiene che circa l'8% degli adulti di mezza età e solo il 3% degli anziani digrignano i denti durante il sonno.

Quali sono i sintomi del bruxismo del sonno?

Il sintomo principale del bruxismo del sonno è il serraggio involontario e il digrignamento dei denti durante il sonno. I movimenti assomigliano alla masticazione ma generalmente comportano più forza.

Lettura correlata

  • NSF
  • NSF
  • Bocca Esercizio Russare

Le persone con bruxismo del sonno non digrignano i denti per tutta la notte. Invece, hanno episodi di contrazione e macinazione. Le persone possono avere pochissimi episodi per notte o fino a 100. La frequenza degli episodi è spesso incoerente e il digrignamento dei denti potrebbe non verificarsi ogni notte.



Una certa quantità di movimento della bocca è normale durante il sonno. Fino al 60% delle persone fa movimenti occasionali simili alla masticazione noti come attività muscolari masticatorie ritmiche (RMMA), ma nelle persone con bruxismo del sonno questi si verificano con maggiore frequenza e forza.

La maggior parte del bruxismo del sonno si verifica all'inizio il ciclo del sonno durante le fasi 1 e 2 del sonno non REM. Una piccola percentuale di episodi può insorgere durante il sonno REM.

È normale che le persone che digrignano i denti di notte non siano consapevoli di questo sintomo a meno che non glielo dica un familiare o un compagno di letto. Tuttavia, altri sintomi possono essere un'indicazione del bruxismo del sonno.

Il dolore alla mascella e al collo sono due segni frequenti di digrignamento dei denti. Questi si verificano a causa del rafforzamento di questi muscoli durante gli episodi di bruxismo. I mal di testa mattutini che sembrano mal di testa da tensione sono un altro potenziale sintomo. Un danno inspiegabile ai denti può anche essere un segno di serraggio notturno e digrignamento dei denti.

Quali sono le conseguenze del bruxismo del sonno?

Le conseguenze a lungo termine del bruxismo del sonno possono includere danno significativo ai denti . I denti possono diventare dolorosi, erosi e mobili. Anche le corone, le otturazioni e gli impianti dentali possono subire danni.

Digrignare i denti può aumentare il rischio di problemi con l'articolazione che collega la mascella inferiore al cranio, nota come articolazione temporo-mandibolare (ATM). Problemi di ATM può provocare difficoltà a masticare, dolore mandibolare cronico, schiocchi o ticchettii, bloccaggio della mascella e altre complicazioni.

Non tutti coloro che soffrono di bruxismo del sonno avranno effetti gravi. L'entità dei sintomi e le conseguenze a lungo termine dipendono dalla gravità della molatura , l'allineamento dei denti di una persona, la sua dieta e se ha altre condizioni che possono influenzare i denti come malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) .

Anche il digrignamento notturno dei denti può avere un impatto su un compagno di letto. Il rumore di stringere e stridere può essere fastidioso, rendendo più difficile per una persona che condivide il letto addormentarsi o rimanere addormentato per tutto il tempo che desidera.

Che cosa causa il bruxismo del sonno?

Diversi fattori influenzano il rischio di bruxismo del sonno, quindi di solito non è possibile identificare una singola causa del motivo per cui le persone digrignano i denti. Detto questo, alcuni fattori di rischio sono associati a una maggiore probabilità di bruxismo del sonno.

Lo stress è uno dei più significativi di questi fattori di rischio. Stringere i denti quando si affrontano situazioni negative è una reazione comune e questo può portare a episodi di bruxismo del sonno. Si ritiene che anche il digrignamento dei denti sia collegato a livelli più elevati di ansia .

I ricercatori hanno stabilito che il bruxismo del sonno ha una componente genetica e può funzionare in famiglia. Circa la metà delle persone con bruxismo del sonno avrà un familiare stretto che sperimenta anche la condizione.

Gli episodi di digrignamento dei denti sembrano essere collegati al cambiamento dei modelli di sonno o ai microarous dal sonno. La maggior parte del digrignamento dei denti è preceduta da un aumento dell'attività cerebrale e cardiovascolare. Questo potrebbe spiegare il associazioni che sono state trovate tra bruxismo del sonno e apnea ostruttiva del sonno (OSA) , che causa interruzioni temporanee del sonno dovute a interruzioni della respirazione.

Numerosi altri fattori sono stati associati a bruxismo del sonno, compreso il fumo di sigaretta, consumo di alcool , assunzione di caffeina , depressione , e russare . Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere meglio le possibili connessioni causali e se e come questi fattori influenzano il bruxismo del sonno.

Come viene diagnosticato il bruxismo del sonno?

Il bruxismo del sonno lo è diagnosticata da un medico o da un dentista , ma il processo diagnostico può variare a seconda del tipo di operatore sanitario che fornisce assistenza.

Uno studio notturno in una clinica del sonno, nota come polisonnografia , è il modo più conclusivo per diagnosticare il bruxismo del sonno. Tuttavia, la polisonnografia può richiedere molto tempo e denaro e in alcuni casi potrebbe non essere necessaria. La polisonnografia può identificare altri problemi del sonno, come l'OSA, quindi può essere particolarmente utile quando una persona ha diversi disturbi del sonno.

Per molte persone, la presenza di sintomi come danni ai denti e dolore alla mascella combinati con segnalazioni di digrignamento dei denti da parte di un partner di letto può essere sufficiente per determinare che una persona ha il bruxismo del sonno.

I test di osservazione domiciliare possono monitorare i segni di digrignamento dei denti, ma questi test sono considerati meno definitivi della polisonnografia.

Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Quali sono i trattamenti per il bruxismo del sonno?

Non esiste un trattamento che possa eliminare o curare completamente il digrignamento dei denti durante il sonno, ma diversi approcci possono ridurre gli episodi e limitare i danni ai denti e alla mascella.

Alcune persone che digrignano i denti lo hanno fatto nessun sintomo e potrebbe non essere necessario un trattamento . Altre persone possono avere sintomi o un rischio maggiore di problemi a lungo termine e in questi casi, di solito è necessario un trattamento.

Il miglior trattamento per il bruxismo del sonno varia in base all'individuo e dovrebbe essere sempre supervisionato da un medico o un dentista che possa spiegare i vantaggi e gli svantaggi di una terapia nella situazione specifica del paziente.

Riduzione dello stress

Livelli elevati di stress contribuiscono al bruxismo quando si è svegli e addormentati, quindi adottare misure per ridurre e gestire lo stress può aiutare a ridurre naturalmente il digrignamento dei denti.

Ridurre l'esposizione a situazioni stressanti è l'ideale, ma ovviamente è impossibile eliminare completamente lo stress. Di conseguenza, molti approcci si concentrano sulla lotta alle risposte negative allo stress al fine di ridurne l'impatto.

Le tecniche per riformulare i pensieri negativi ne fanno parte terapia cognitivo comportamentale per l'insonnia (CBT-I) , una terapia della parola per migliorare il sonno che può affrontare anche l'ansia e lo stress. Migliorare igiene del sonno e impiegando tecniche di rilassamento può avere ulteriori vantaggi per addormentarsi più facilmente.

Farmaci

I farmaci aiutano alcune persone a ridurre il bruxismo del sonno. La maggior parte di questi farmaci agisce alterando le sostanze chimiche del cervello per ridurre l'attività muscolare coinvolta nel digrignare i denti. Le iniezioni di Botox sono un altro modo per limitare il movimento muscolare e hanno dimostrato efficacia nei casi più gravi di bruxismo del sonno.

La maggior parte dei farmaci ha effetti collaterali che potrebbero renderli inappropriati per alcuni pazienti o difficili da usare a lungo termine. È importante parlare con un medico prima di assumere qualsiasi farmaco per il bruxismo del sonno per comprenderne meglio i potenziali benefici e gli effetti collaterali.

Bocchini

Vari tipi di boccagli e paradenti, a volte chiamati guardie notturne, vengono utilizzati per ridurre i danni ai denti e alla bocca che possono verificarsi a causa del bruxismo del sonno.

Le stecche dentali possono coprire i denti in modo che ci sia una barriera contro l'impatto dannoso della molatura. Le stecche sono spesso progettate appositamente da un dentista per la bocca del paziente, ma vengono anche vendute da banco. Possono coprire solo una sezione dei denti o coprire un'area più ampia, come l'intero dente superiore o inferiore.

Altri tipi di stecche e boccagli, compresi i dispositivi di avanzamento mandibolare (MAD), lavorano per stabilizzare la bocca e la mascella in una posizione specifica e prevenire il serraggio e il digrignamento. MAD funzionano tenendo la mascella inferiore in avanti e sono comunemente usati per ridurre il russare cronico .

Sollievo dai sintomi

Un altro componente del trattamento è alleviare i sintomi per affrontare meglio il bruxismo del sonno.

Evitare gomme e cibi duri può ridurre i movimenti dolorosi della mascella. Un impacco caldo o un impacco di ghiaccio applicato alla mascella può fornire un sollievo temporaneo dal dolore.

Gli esercizi per il viso aiutano alcune persone a ridurre il dolore alla mascella o al collo. Il rilassamento del viso e il massaggio della zona della testa e del collo possono ridurre ulteriormente la tensione muscolare. Un medico o un dentista può suggerire esercizi specifici o rivolgersi a un fisioterapista esperto o un massaggiatore.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non