Sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS) e sonno

La sindrome della morte infantile improvvisa (SIDS) è definito come 'la morte improvvisa e inaspettata di un bambino sotto i 12 mesi di età che rimane inspiegabile dopo una revisione della storia clinica, un'autopsia completa e un'indagine sulla scena della morte'. Conosciuta anche come morte in culla o morte in culla, la SIDS fa parte di un più ampio sottoinsieme di condizioni note come morte infantile improvvisa e inaspettata (SUID).

Più o meno 1.360 morti sono stati attribuiti alla SIDS nel 2017. La maggior parte di questi decessi si è verificata tra uno e sei mesi. Sebbene la sua causa specifica sia in gran parte sconosciuta, i genitori possono ridurre il rischio di SIDS preparando e mantenendo una zona notte sicura per il loro bambino. Continua a leggere per saperne di più sulla SIDS e su come puoi garantire la massima sicurezza al tuo bambino addormentato.



Fattori di rischio della SIDS

Studi recenti suggeriscono che i seguenti fattori possono mettere i bambini a maggior rischio di SIDS:

  • Dormire sul fianco o sullo stomaco : I ricercatori hanno stabilito un forte legame tra SIDS e posizione per dormire. Il prono (stomaco) e posizioni laterali aumenta il rischio di ipercapnia, accumulo di anidride carbonica e ipossia, una carenza di ossigeno nei tessuti del corpo. Inoltre, il sonno dello stomaco può ridurre la velocità di perdita di calore del bambino e aumentare la temperatura corporea, provocandone il surriscaldamento e influenzando anche il funzionamento del suo sistema cardiovascolare. La posizione laterale per dormire è considerata altrettanto pericolosa e i bambini hanno maggiori probabilità di rotolare sullo stomaco quando riposano sui fianchi. Le attuali linee guida raccomandano di mettere i bambini in posizione supina (dorme sul dorso) fino al raggiungimento di un anno. Ciò include il sonno notturno e i sonnellini diurni.
  • Età : I bambini di età inferiore ai sei mesi rappresentano circa il 90 per cento di tutti i decessi correlati alla SIDS. Si ritiene che il rischio di SIDS raggiunga un picco tra uno e quattro mesi. Inoltre, i neonati pretermine con basso peso alla nascita sono considerati a più alto rischio di SIDS. Un sonno costante alla schiena è considerato particolarmente importante per i neonati pretermine.
  • Ambiente di sonno : Per corrente linee guida per genitori e tutori , i bambini dovrebbero dormire su superfici solide e piatte coperte con lenzuola con angoli. La zona notte del bambino non deve contenere morbide coperte, cuscini, giocattoli o paracolpi. Una percentuale significativa di bambini che muoiono di SIDS viene trovata con la testa coperta da biancheria da letto. I genitori dovrebbero anche assicurarsi che non vi siano spazi tra il bordo del materasso e la culla due dita è considerata la regola pratica standard.
  • Condivisione del letto : Sebbene sia pratica comune per i genitori, condividere il letto con un neonato è sconsigliato perché i letti degli adulti non sono ottimizzati per la sicurezza dei bambini. Il legame tra co-sleeping e SIDS è ancora in fase di revisione, ma ciò può aumentare il rischio di strangolamento, caduta e altri pericoli per il bambino. Molti materassi per adulti sono inoltre dotati di morbide lenzuola, coperte o trapunte che potrebbero coprire la testa del bambino e altri materiali che aumentano il rischio di SIDS. Tuttavia, i genitori sono incoraggiati a condividere la camera da letto con il loro bambino mentre dormono in una culla o in una culla. La SIDS può verificarsi all'improvviso e i bambini spesso fanno poco o nessun rumore, quindi condividere una stanza consente ai genitori di tenere d'occhio il loro piccolo per tutta la notte. I genitori dovrebbero considerare di condividere una camera da letto con il loro bambino per almeno i primi sei mesi e fino a un anno se possibile.
  • Tabacco : Quasi tutti i principali studi epidemiologici sulla SIDS hanno individuato il fumo come uno dei principali fattori di rischio. Ciò include le donne incinte che fumano durante la gravidanza secondo alcuni studi, fino a un terzo dei decessi correlati alla SIDS potrebbe essere prevenuto se le madri evitassero completamente di fumare durante la gravidanza. Anche l'esposizione di neonati e bambini al fumo di sigaretta è potenzialmente pericolosa. Il rischio di SIDS è particolarmente alto per i bambini che condividono il letto con qualcuno che fuma, anche se non fumano mentre sono a letto.
  • Alcol : Il consumo di alcol durante la gravidanza può aumentare il rischio di SIDS per i bambini dopo la nascita, alcuni studi hanno dimostrato. Ciò include l'uso di alcol durante i periodi immediatamente precedenti e successivi al concepimento, nonché il primo trimestre.
  • Alimentazione : Bambini che allattano sono considerati a minor rischio di SIDS rispetto a coloro che non bevono latte materno. I rischi sono inferiori anche per i bambini allattati esclusivamente al seno rispetto a quelli la cui dieta a base di latte materno è integrata con alimenti artificiali o solidi. Le madri non dovrebbero allattare al seno su sedie, divani e altre superfici verticali dove potrebbero potenzialmente addormentarsi, poiché questo è un rischio di soffocamento per i bambini.

Alcuni rischi di SIDS sono sospettati, ma non sono stati studiati in modo sufficientemente approfondito per trarre una conclusione definitiva. Ad esempio, gli studi hanno identificato una scarsa ventilazione della camera da letto come un potenziale fattore di rischio per la SIDS, ma sono necessarie ulteriori ricerche su questo argomento.

Altri fattori di rischio sono stati ampiamente smascherati. Un esempio importante sono i vaccini. Molti bambini ricevono diversi vaccini entro i primi sei mesi di vita, quando è più probabile che si verifichi la SIDS. Un'ondata di decessi per SIDS si è verificata alla fine degli anni '70, e all'epoca alcuni sospettavano che i decessi fossero legati al vaccino contro la difterite-tossoide-tetano-pertosse. Tuttavia, studi successivi notano che non vi è alcuna relazione tra SIDS e alcun vaccino.



Tendenze SIDS

Nel 1994, il National Institute of Child Health and Human Development e il National Institute of Health degli Stati Uniti hanno guidato l'iniziativa 'Back to Sleep' per educare i genitori sulla SIDS e sui suoi fattori di rischio. La campagna era basata su una raccomandazione del 1992 dell'American Academy of Pediatrics (AAP), che affermava che i bambini erano più sicuri mentre dormivano sulla schiena o sul fianco. Questa raccomandazione è stata successivamente aggiornata per affermare che solo la posizione posteriore era sicura. Oggi, lo stesso programma opera con il nome 'Safe to Sleep'.

Nel 1992, 120 bambini sono morti di SIDS ogni 100.000 nati vivi. Dal 1992 al 2001, le morti per SIDS negli Stati Uniti sono diminuite del 53%. Questo numero è rimasto costante per diversi anni, quindi sono stati segnalati ulteriori cali tra il 2009 e il 2013. A partire dal 2017, il numero di decessi per SIDS ogni 100.000 nati vivi è sceso al di sotto di 40. Alcuni studi suggeriscono che la diminuzione dei casi di SIDS è correlata alla crescita numero di genitori che mettono i loro bambini nella posizione di riposo posteriore.

Tuttavia, la SIDS rimane la principale causa di morte per i bambini di età compresa tra 28 giorni e un anno. Inoltre, alcuni studi statistici hanno trovato disparità tra diversi gruppi razziali ed etnici. In sondaggi su madri con diversi background razziali ed etnici, i ricercatori hanno notato alcune tendenze riguardanti il ​​co-sleeping con i bambini, il posizionamento dei bambini sulla schiena per dormire e l'uso di letti morbidi nelle culle. Possono essere in gioco anche fattori socioeconomici, poiché le famiglie a basso reddito con più di un bambino piccolo possono ricorrere alla condivisione della culla o del letto per risparmiare spazio.

Lettura correlata


I maschi hanno una probabilità leggermente maggiore di morire di SIDS rispetto alle neonate. Storicamente, si credeva che i neonati fossero a più alto rischio di SIDS durante i periodi più freddi dell'anno, ma statistiche più recenti mostrano che i decessi per SIDS sono distribuiti in modo più uniforme tra i mesi più caldi e quelli più freddi.Ricevi le ultime informazioni sul sonno dalla nostra newsletter.Il tuo indirizzo email sarà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .



In che modo i genitori possono ridurre il rischio di SIDS?

Sebbene molto sia ancora sconosciuto sulla causa della SIDS, gli esperti odierni consigliano ai genitori di adottare le seguenti misure per ridurre il rischio di SIDS per i loro figli.

  • Metti sempre il tuo bambino in posizione supina (schiena) per dormire. Questo vale sia per i sonnellini diurni che per quelli notturni. Detto questo, il posizionamento prono (stomaco) è considerato relativamente sicuro se il bambino è sveglio, vigile e supervisionato, ad esempio, durante il tempo di pancia.
  • Evita di fumare durante la gravidanza e non esporre il tuo bambino al fumo di sigaretta.
  • Non bere alcolici o usare droghe illegali in nessun momento della gravidanza.
  • Condividi la camera da letto con il tuo bambino che dorme in una culla o in una culla per un minimo di 6 mesi e fino a un anno, invece di condividere il letto con lui.
  • Allatta tuo figlio, se possibile. Rimuovere le lenzuola morbide dal materasso prima di allattare a letto ed evitare di allattare su divani e sedie in posizione verticale.

Inoltre, la US Consumer Product Safety Commission (CPSC) offre le seguenti linee guida per la prevenzione della SIDS per culle e lettini:

  • Secondo i rapporti più recenti, le superfici più sicure per i bambini sono piatte e rigide con inclinazioni di 10 gradi o meno. Le superfici morbide aumentano il rischio di SIDS.
  • Non posizionare mai cuscini, trapunte o lenzuola morbide nella culla o nella culla del bambino.
  • Misura gli spazi tra il materasso e la culla per assicurarti che non misurino più di due dita di spessore.
  • Quando si monta la culla o la culla, seguire attentamente le istruzioni e assicurarsi che ogni passaggio sia completato. Contatta il produttore se hai parti rimanenti, una parte manca o se riscontri altri problemi durante il processo di installazione e non lasciare che il bambino dorma nella culla o nella culla finché i problemi non sono stati risolti.
  • Non utilizzare mai culle o lettini modificati o modelli che abbiano più di 10 anni.
  • Non posizionare la culla o la navicella vicino a finestre con tapparelle o corde per tende, poiché possono essere rischi di strangolamento. Inoltre, fai attenzione ai cavi del baby monitor.
  • Inoltre, segui le istruzioni corrette durante il montaggio di cortili e altre strutture per il tuo bambino.

Domande frequenti

Quando il mio bambino può dormire su un fianco o sulla pancia?

Secondo le attuali linee guida, i neonati dovrebbero continuare a dormire in posizione supina (schiena) fino al raggiungimento di almeno un anno di età. Una volta che un bambino può rotolare dalla posizione prona (stomaco) a quella supina (schiena) e dalla posizione supina alla posizione prona senza assistenza, il bambino dovrebbe essere sicuro di dormire in qualsiasi posizione preferisca.

Il sonno laterale non è più salutare per i neonati?

Esiste una convinzione persistente tra gli operatori sanitari e il personale degli asili nido statunitensi che posizionare i neonati su un fianco aiuti a eliminare il liquido amniotico dalle vie aeree. Tuttavia, l'AAP afferma che non ci sono prove che la posizione laterale sia più vantaggiosa a questo proposito. I genitori dovrebbero mettere il loro bambino in posizione supina non appena il bambino può dormire in una culla o in una culla. La cura pelle a pelle è consigliata dal momento in cui la madre si sveglia dopo il parto fino a quando il bambino è pronto per una culla o una culla.

Se utilizzo un baby monitor, posso posizionare la culla / culla del mio bambino in una stanza separata?

Molti bambini che muoiono di SIDS lo fanno senza fare rumore o lottare. Pertanto, un baby monitor, in particolare uno senza videosorveglianza, potrebbe non avvisarti di situazioni pericolose. La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che condividere una stanza con la culla o la culla del tuo bambino è il metodo più sicuro per almeno i primi 6 mesi di vita, se non il primo anno.

Bere un po 'nel primo trimestre aumenterà il rischio di SIDS del mio bambino?

Le informazioni ei dati relativi al bere durante la gravidanza possono essere alquanto contrastanti. Secondo il Centri per il controllo delle malattie (CDC) , le donne non dovrebbero consumare alcol in nessun momento della gravidanza, compreso il momento del concepimento. Il consumo di alcol è considerato a principale fattore di rischio per SIDS.

Dove posso trovare una culla o una culla sicura per mio figlio?

A partire dal 2011, i produttori di presepi devono aderire linee guida specifiche mandato dal CPSC. Tuttavia, tieni presente che il materasso che scegli per tuo figlio è anche fondamentale per ridurre il rischio di SIDS. Fare riferimento a questi mandati di sicurezza della culla e alle linee guida aggiuntive CPSC elencate in precedenza in questa guida per determinare se una culla o una culla è sicura per il bambino.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non