Russare nei bambini

Il sonno è vitale per lo sviluppo dell'infanzia, quindi non sorprende che molti genitori si preoccupino se sentono il proprio figlio russare.

Anche se russare lo è più comune tra gli anziani , si verifica anche in molti bambini. Può avere molte cause, alcune delle quali causano il russare a venire e andare e altre che sono potenzialmente di lunga durata.



Russare nei bambini è spesso poco preoccupante, soprattutto se succede solo una volta ogni tanto. Ma se il russare è frequente o grave, può segnalare un problema di respirazione disturbata durante il sonno.

Sapere di più sui tipi, le cause, le conseguenze e i trattamenti del russare nei bambini può consentire ai genitori di badare meglio alla salute dei loro figli e aiutarli a dormire meglio e più riposante.

Russare tutto nei bambini è uguale?

Non tutto il russare nei bambini è uguale. La frequenza, la gravità e l'impatto del russare nei bambini possono variare in modo significativo.



Quasi chiunque, adulti o bambini, ha occasionali episodi di russamento. Il più delle volte, questo russare è minore e di breve durata senza effetti misurabili sul sonno o sulla salute generale della persona.

Quando il russare diventa più frequente e interrompe il sonno, può indicare il presenza di disturbi respiratori nel sonno (SDB) . La respirazione disturbata dal sonno varia in gravità.

Da un lato c'è il russare primario, noto anche come russamento semplice o russamento abituale, quando un bambino russa più di due volte a settimana ma non ha altri sintomi evidenti o problemi di salute associati.



Dall'altra parte c'è l'apnea ostruttiva del sonno (OSA), una condizione caratterizzata da continue interruzioni del respiro di un bambino durante la notte. Questi vuoti, chiamati apnee, si verificano dozzine di volte a notte quando le vie aeree vengono bloccate. L'OSA può causare un sonno frammentato ed è collegato a impatti negativi sulla salute fisica, sulla salute mentale, sull'apprendimento e sul comportamento.

Quanto è comune il russare nei bambini?

Si ritiene che il russamento lieve e occasionale si verifichi fino a 27% dei bambini . Questo tipo di russare leggero e temporaneo di solito non solleva problemi di salute.

Lettura correlata

  • uomo che russa nel sonno, donna infastidita
  • NSF
  • NSF

Si ritiene che il russamento primario senza altri sintomi influisca tra di loro 10 e 12% dei bambini . Gli studi stimano che l'1,2-5,7% dei bambini soffre di apnea ostruttiva del sonno. Di bambini con diagnosi di disturbi respiratori nel sonno, in giro Il 70% riceve una diagnosi di russamento primario .

È difficile determinare statistiche esatte per il russamento e l'apnea notturna. I genitori potrebbero non osservare sempre il russare del loro bambino o essere consapevoli della sua frequenza e gravità. Inoltre, i test dettagliati per l'apnea notturna, noti come polisonnografia, potrebbero non essere disponibili, economici o pratici in tutti i casi.

Che cosa causa il russare nei bambini?

Il russare si verifica quando l'aria non può fluire liberamente attraverso le vie aeree nella parte posteriore della gola. Quando una persona inspira o espira, il tessuto intorno alle vie aeree vibra , creando un rumore udibile.

Diversi fattori possono creare blocchi delle vie aeree e far russare una persona. Nei bambini, i fattori di rischio più comuni per il russare includono:

  • Tonsille e adenoidi grandi o gonfie: Le tonsille e le adenoidi si trovano vicino alla parte posteriore della gola e fanno parte del sistema immunitario del corpo. Se sono naturalmente più grandi o sono gonfie a causa dell'infezione, le tonsille e le adenoidi possono ostruire le vie aeree e causare russare. Questo è il causa più comune di disturbi respiratori del sonno nei bambini.
  • Obesità: Gli studi hanno scoperto che i bambini in sovrappeso lo sono più probabilità di russare . L'obesità può restringere le vie aeree e aumentare il rischio di SDB inclusa l'apnea ostruttiva del sonno.
  • Congestione: I sintomi simili al freddo possono causare una congestione che blocca il regolare flusso d'aria e l'infezione può infiammare le tonsille e le adenoidi.
  • Allergie: Le riacutizzazioni di allergie possono causare infiammazioni al naso e alla gola che possono rendere più difficile la respirazione e aumentare il rischio di russare.
  • Asma: Come le allergie, l'asma può inibire la normale respirazione e, se causa blocchi parziali delle vie aeree, può provocare russare.
  • Caratteristiche anatomiche: Alcune persone hanno caratteristiche anatomiche che rendono più difficile respirare normalmente durante il sonno. Ad esempio, a setto deviato , in cui le narici non sono separate in modo uguale, può causare respirazione orale e russare.
  • Fumo di tabacco ambientale (ETS): L'esposizione al fumo passivo, spesso indicato come fumo passivo, può influenzare la respirazione e lo è stata correlato a un rischio più elevato di russare nei bambini.
  • Aria contaminata: La scarsa qualità dell'aria o l'eccesso di contaminanti possono rappresentare una sfida per la normale respirazione e possono influenzare le possibilità di un bambino di russare frequentemente.
  • Durata più breve dell'allattamento al seno: La ricerca ha ha trovato un'associazione tra russare nei bambini e ridotta durata dell'allattamento al seno. La ragione esatta di ciò è sconosciuta, ma potrebbe essere che l'allattamento al seno aiuti lo sviluppo delle vie aeree superiori in un modo che riduce la probabilità di russare.

L'apnea ostruttiva del sonno è un altro importante fattore di rischio per il russare infantile. È tipico per i bambini con apnea ostruttiva del sonno russare, comprese le pause respiratorie simili a rantoli. Mentre la maggior parte dei bambini con OSA russa, non tutti i bambini che russano hanno OSA.

Russare nei bambini è pericoloso?

Il russare poco frequente nei bambini di solito non è pericoloso, ma il russare regolare o grave che è indicativo di disturbi respiratori del sonno può avere conseguenze significative sulla salute.

La preoccupazione maggiore è l'apnea ostruttiva del sonno. OSA provoca gravi disturbi del sonno e influisce sulla quantità di ossigeno che un bambino riceve durante il sonno. È stato collegato a uno sviluppo cerebrale alterato, rendimento scolastico ridotto, problemi cardiovascolari come ipertensione, metabolismo alterato e problemi comportamentali.

Nel complesso, è chiaro che OSA può compromettere seriamente la qualità della vita di un bambino . Gli impatti dell'OSA sono stati studiati principalmente nei bambini più grandi, ma i ricercatori ritengono che si estendano anche ai bambini piccoli, come i 2-3 anni.

Tradizionalmente, il russare primario che non raggiungeva il livello di OSA era considerato benigno, ma recenti ricerche hanno indicato che il russare abituale comporta anche rischi per la salute . È stato riscontrato che problemi di deterioramento cognitivo e comportamento si verificano più nei bambini con russamento primario rispetto a quelli che non russano mai o raramente. Russare regolarmente può influenzare il sistema nervoso e hanno effetti negativi sulla salute cardiovascolare.

Sebbene gli studi abbiano trovato un collegamento tra russamento abituale e problemi di salute, la spiegazione esatta non è chiara. Può essere che la respirazione disturbata dal sonno, anche quando non è OSA, possa causare piccoli disturbi che influiscono sulla qualità del sonno. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere meglio i modi in cui il russamento primario colpisce i bambini di età diverse.

Oltre agli effetti immediati sulla salute, il russare può anche disturbare il sonno dei genitori o dei fratelli che condividono la stanza con un bambino che russa. Se il russare è particolarmente rumoroso, gli altri potrebbero svegliarsi, portando a un sonno più frammentato per gli altri nella famiglia di un bambino.Ricevi le ultime informazioni sul sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Quali sono i segni che il russare nei bambini potrebbe essere un segno di un problema più grande?

I genitori che sono preoccupati per il russare del loro bambino dovrebbero parlare con un pediatra. Sebbene alcuni russi possano essere normali, vari segni possono indicare la possibilità di respirazione disturbata dal sonno:

  • Russare tre notti a settimana o più
  • Rantoli o difficoltà a respirare durante il sonno

Altri problemi che sorgono insieme al russare possono sollevare ulteriori preoccupazioni:

  • Bagnare il letto
  • Pelle bluastra
  • Mal di testa mattutino
  • Sonnolenza diurna
  • Difficoltà a concentrarsi o imparare
  • Diagnosi del disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD)
  • Aumento di peso inferiore alla media ( incapacità di prosperare )
  • Obesità

È importante notare che questi fattori possono essere indicatori di SDB, ma non tutti i bambini che russano e hanno questi problemi hanno necessariamente una condizione respiratoria più grave.

Cosa può aiutare a ridurre il russare nei bambini?

Il russare leggero e raro di solito scompare rapidamente da solo. Anche russare abituale può risolversi da solo senza cure per molti bambini. Tuttavia, in molti casi, adottare misure per prevenire la respirazione disturbata dal sonno è importante per la salute di un bambino.

Parla con un dottore

Un primo passo per ridurre il russare nei bambini consiste nel sollevare la questione con il proprio medico. Molti pediatri chiederanno in modo proattivo riguardo al russare ei genitori dovrebbero essere aperti sulle loro preoccupazioni.

Un medico può cercare segni di disturbi respiratori del sonno più gravi o altri fattori, come l'asma o le allergie, che potrebbero contribuire al russare. Possono raccomandare ulteriori test, ad esempio con uno studio del sonno notturno, per cercare l'apnea ostruttiva del sonno.

Una diagnosi chiara può aiutare a determinare il modo migliore per ridurre il russare e il medico sarà nella posizione migliore per discutere i vantaggi e gli svantaggi delle diverse opzioni di trattamento.

Chirurgia

La chirurgia per rimuovere le tonsille e le adenoidi, nota come adenotonsillectomia, è uno dei principali trattamenti per i bambini con disturbi respiratori del sonno. È più spesso considerato per i bambini con grave apnea notturna, ma potrebbe essere un'opzione per alcuni con russamento primario. Eliminando il tessuto che più frequentemente blocca le vie aeree, questo intervento chirurgico può ridurre il russare e le pause nella respirazione notturna.

Dispositivi a pressione positiva delle vie aeree

Un dispositivo a pressione positiva delle vie aeree (PAP) canalizza l'aria pressurizzata attraverso una maschera e nella bocca e nelle vie aeree per prevenire l'ostruzione. La maggior parte dei dispositivi PAP sono continui (CPAP) o bi-livello (BiPAP) in base al modo in cui controllano il flusso d'aria.

Mentre i dispositivi PAP sono comuni per il trattamento dell'OSA negli adulti, nei bambini sono solitamente riservati all'OSA che persiste dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le tonsille e le adenoidi.

Igiene del sonno

Un modo per aiutare i bambini a dormire meglio è adottare misure per migliorare il loro igiene del sonno , che include le loro abitudini legate al sonno e l'ambiente. Esempi di miglioramenti dell'igiene del sonno includono l'impostazione di un programma di sonno coerente, la riduzione dell'esposizione alla luce e il tempo davanti allo schermo prima di andare a letto e la sistemazione della camera da letto in modo che sia il più tranquilla e confortevole possibile.

Sebbene questi passaggi per russare nei bambini siano più simili a rimedi casalinghi che trattamenti medici, possono essere utili. Per i bambini che russano, scarsa igiene del sonno può aggravare il rischio di sonno frammentato e corrispondenti problemi legati al comportamento, al pensiero e alla salute.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +19 Fonti
    1. 1. Wolkove, N., Elkholy, O., Baltzan, M. e Palayew, M. (2007). Sonno e invecchiamento: 1. Disturbi del sonno comunemente riscontrati nelle persone anziane. CMAJ: Canadian Medical Association journal = journal de l'Association medicale canadienne, 176 (9), 1299–1304. https://doi.org/10.1503/cmaj.060792
    2. Due. Smith, D.L., Gozal, D., Hunter, S. J. e Kheirandish-Gozal, L. (2017). La frequenza del russare, piuttosto che l'indice di apnea-ipopnea, predice problemi sia cognitivi che comportamentali nei bambini piccoli. Medicina del sonno, 34, 170–178. https://doi.org/10.1016/j.sleep.2017.02.028
    3. 3. Zhang, G., Spickett, J., Rumchev, K., Lee, A. H. e Stick, S. (2004). Russare nei bambini della scuola primaria e nell'ambiente domestico: uno studio basato sulla scuola di Perth. Ricerca respiratoria, 5 (1), 19. https://doi.org/10.1186/1465-9921-5-19
    4. Quattro. Vlastos, I. e Athanasopoulos, I. (2016). Tecnologie all'avanguardia per la diagnosi e il monitoraggio del russamento nei bambini. Giornale mondiale di pediatria clinica, 5 (1), 63-66. https://doi.org/10.5409/wjcp.v5.i1.63
    5. 5. Biggs, S. N., Nixon, G. M., & Horne, R. S. (2014). L'enigma del russamento primario nei bambini: cosa ci manca riguardo alla morbilità cognitiva e comportamentale ?. Recensioni sulla medicina del sonno, 18 (6), 463–475. https://doi.org/10.1016/j.smrv.2014.06.009
    6. 6. MedlinePlus [Internet]. Bethesda (MD): National Library of Medicine (US) [aggiornato al 30 giugno 2020]. Russare [recensione del 4 agosto 2016 recuperata il 21 luglio 2020]. Disponibile da: https://medlineplus.gov/snoring.html
    7. 7. Biggs, S. N., Walter, L. M., Jackman, A. R., Nisbet, L. C., Weichard, A. J., Hollis, S. L., Davey, M. J., Anderson, V., Nixon, G. M., & Horne, R. S. (2015). Risultati cognitivi e comportamentali a lungo termine a seguito della risoluzione della respirazione disturbata dal sonno nei bambini in età prescolare. PloS uno, 10 (9), e0139142. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0139142
    8. 8. Li, S., Jin, X., Yan, C., Wu, S., Jiang, F. e Shen, X. (2010). Russamento abituale nei bambini in età scolare: predittori ambientali e biologici. Ricerca respiratoria, 11 (1), 144. https://doi.org/10.1186/1465-9921-11-144
    9. 9. Fondazione per la chirurgia della testa e del collo dell'American Academy of Otorinolaringoiatria. (2018, agosto). Setto deviato. Estratto il 21 luglio 2020 da https://www.enthealth.org/conditions/deviated-septum/
    10. 10. Weinstock, TG, Rosen, CL, Marcus, CL, Garetz, S., Mitchell, RB, Amin, R., Paruthi, S., Katz, E., Arens, R., Weng, J., Ross, K. , Chervin, RD, Ellenberg, S., Wang, R. e Redline, S. (2014). Predittori della gravità dell'apnea ostruttiva del sonno nei candidati adenotonsillectomia. Sleep, 37 (2), 261–269. https://doi.org/10.5665/sleep.3394
    11. undici. Beebe, D.W., Rausch, J., Byars, K.C., Lanphear, B., & Yolton, K. (2012). Russamento persistente nei bambini in età prescolare: predittori e correlati comportamentali e dello sviluppo. Pediatria, 130 (3), 382–389. https://doi.org/10.1542/peds.2012-0045
    12. 12. Marcus, CL, Brooks, LJ, Draper, KA, Gozal, D., Halbower, AC, Jones, J., Schechter, MS, Sheldon, SH, Spruyt, K., Ward, SD, Lehmann, C., Shiffman, RN e American Academy of Pediatrics (2012). Diagnosi e gestione della sindrome da apnea ostruttiva del sonno infantile. Pediatria, 130 (3), 576-584. https://doi.org/10.1542/peds.2012-1671
    13. 13. Hornero, R., Kheirandish-Gozal, L., Gutiérrez-Tobal, GC, Philby, MF, Alonso-Álvarez, ML, Álvarez, D., Dayyat, EA, Xu, Z., Huang, YS, Tamae Kakazu, M ., Li, AM, Van Eyck, A., Brockmann, PE, Ehsan, Z., Simakajornboon, N., Kaditis, AG, Vaquerizo-Villar, F., Crespo Sedano, A., Sans Capdevila, O., von Lukowicz, M.,… Gozal, D. (2017). Valutazione basata sull'ossimetria notturna dei bambini che russano abitualmente. Rivista americana di medicina respiratoria e di terapia intensiva, 196 (12), 1591–1598. https://doi.org/10.1164/rccm.201705-0930OC
    14. 14. Brockmann, P. E., Urschitz, M. S., Schlaud, M., & Poets, C. F. (2012). Russamento primario nei bambini in età scolare: prevalenza e menomazioni neurocognitive. Sonno e respiro = Schlaf & Atmung, 16 (1), 23-29. https://doi.org/10.1007/s11325-011-0480-6
    15. quindici. Lopes, M. C., Spruyt, K., Azevedo-Soster, L., Rosa, A. e Guilleminault, C. (2019). Riduzione del tono parasimpatico durante il sonno nei bambini con russamento abituale. Frontiers in neuroscience, 12, 997. https://doi.org/10.3389/fnins.2018.00997
    16. 16. ADAMO. Enciclopedia medica [Internet]. Atlanta (GA): A.D.A.M., Inc. c1997-2019. Mancata crescita. Aggiornato il 2 luglio 2020. Estratto il 21 luglio 2020. Disponibile da: https://medlineplus.gov/ency/article/000991.htm
    17. 17. Ali, N. J., Pitson, D. e Stradling, J. R. (1994). Storia naturale del russamento e problemi comportamentali correlati tra i 4 ei 7 anni. Archivi di malattia nell'infanzia, 71 (1), 74-76. https://doi.org/10.1136/adc.71.1.74
    18. 18. Borovich, A., Sivan, Y., Greenfeld, M. e Tauman, R. (2016). La storia del russamento primario nei bambini: l'effetto dell'adenotonsillectomia. Medicina del sonno, 17, 13-17. https://doi.org/10.1016/j.sleep.2015.10.002
    19. 19. Witcher, L. A., Gozal, D., Molfese, D. M., Salathe, S. M., Spruyt, K. e Crabtree, V. M. (2012). Igiene del sonno e comportamenti problematici nei bambini in età scolare che russano e non russano. Medicina del sonno, 13 (7), 802–809. https://doi.org/10.1016/j.sleep.2012.03.013