Disturbi respiratori legati al sonno

I disturbi respiratori legati al sonno sono condizioni di respirazione anormale e difficile durante il sonno, compreso il russamento cronico e l'apnea notturna. Alcuni disturbi respiratori legati al sonno hanno un impatto limitato sulla salute, ma altri possono avere gravi conseguenze a causa dei loro potenziali effetti sul sonno e sull'equilibrio di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.

Il Accademia americana di medicina del sonno (AASM) identifica diversi tipi e sottotipi di disturbi respiratori legati al sonno. I sintomi, la gravità, le cause e il trattamento dei disturbi respiratori del sonno variano in base al tipo. In casi complessi, a una persona può essere diagnosticato più di un tipo.



Apnea ostruttiva del sonno negli adulti

Apnea ostruttiva del sonno (OSA) è uno dei più comuni e gravi disturbi respiratori legati al sonno. Nell'OSA, le vie aeree collassano ripetutamente durante il sonno, causando interruzioni della respirazione che frammentano il sonno e influenzano i livelli di ossigeno del corpo. La sindrome da resistenza delle vie aeree superiori (UARS) è una forma più lieve di OSA in cui il sonno è interrotto ma i livelli di ossigeno non sono influenzati nella stessa misura.

OSA può interessare fino a 30% degli adulti ed è più comune negli uomini rispetto alle donne . La condizione è probabile sottodiagnosticato e molti esperti prevedono che la sua prevalenza aumenterà in futuro insieme ai crescenti tassi di obesità, che è uno dei principali fattori di rischio per OSA .

Russare, ansimare o soffocare durante il sonno e l'eccessiva sonnolenza diurna sono sintomi centrali dell'OSA. Se non trattata, la condizione può causare problemi di salute significativi, inclusi problemi cardiovascolari come ipertensione e ictus. Un intervallo di opzioni di trattamento sono efficaci nell'affrontare l'apnea ostruttiva del sonno e nella riduzione dei suoi sintomi.

Lettura correlata

  • NSF
  • NSF
  • Bocca Esercizio Russare



Apnea ostruttiva del sonno nei bambini

L'apnea ostruttiva del sonno si verifica nei neonati e nei bambini anche se molto meno spesso che negli adulti. Si stima che influenzi 1-5% dei bambini di tutte le età .

Rispetto agli adulti, i bambini hanno maggiori probabilità di avere OSA correlato all'allargamento delle tonsille e delle adenoidi, che sono masse di tessuto nella parte posteriore della gola che fanno parte del sistema immunitario. Per questo motivo, la chirurgia, in particolare la rimozione delle adenoidi e delle tonsille (adenotonsillectomia), è più frequentemente parte del trattamento per l'OSA pediatrica. . Inoltre, l'OSA va via da sola in alcuni bambini con l'avanzare dell'età, quindi la condizione non richiede sempre un trattamento immediato.

Apnea centrale del sonno

Nel apnea centrale del sonno (CSA) , si verificano interruzioni della respirazione durante il sonno a causa della mancanza di sforzo per respirare. Ciò accade quando il cervello non invia correttamente segnali ai muscoli respiratori oppure i muscoli respiratori non si attivano in risposta ai segnali del cervello.



In questo modo, l'apnea notturna centrale è distinta dall'apnea notturna ostruttiva, ma le due condizioni possono verificarsi insieme, che è noto come apnea notturna mista . Inoltre, a volte il trattamento per OSA innesca CSA, che viene chiamato apnea centrale del sonno emergente dal trattamento .

CSA è molto meno comune dell'OSA, che colpisce poco meno dell'1% delle persone di età superiore ai 40 anni . È più comune nei maschi e nelle persone che hanno più di 65 anni.

Esistono diversi tipi di CSA in base alla natura del problema sottostante che impedisce una corretta respirazione. Alcuni fattori di rischio stabiliti includono problemi cardiovascolari, uso di narcotici e alta quota, ma non tutti i casi sono legati a questi problemi. Un obiettivo chiave del trattamento per l'apnea notturna centrale è affrontare la sua causa sottostante.

Disturbi da ipoventilazione correlati al sonno

I disturbi dell'ipoventilazione legati al sonno comportano livelli ematici elevati di anidride carbonica durante il sonno che derivano dalla mancanza di aria che entra ed esce dai polmoni.

Questa respirazione insufficiente è comunemente legata ad altri problemi di salute. Spesso, le persone con disturbi da ipoventilazione legati al sonno hanno malattie polmonari come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) o l'ipertensione polmonare. Anche i disturbi che colpiscono il sistema nervoso e alcuni tipi di farmaci possono influenzare la respirazione e innescare l'ipoventilazione.

Viene chiamato un tipo specifico di disturbo da ipoventilazione correlato al sonno sindrome da ipoventilazione da obesità (OHS) . Questa condizione può verificarsi in pazienti obesi e normalmente si verifica in concomitanza con l'apnea ostruttiva del sonno. È spesso associato a uno scarso sonno e può portare a effetti dannosi sul sistema cardiovascolare.

Molte persone con disturbi di ipoventilazione legati al sonno hanno difficoltà a respirare correttamente quando sono svegli, ma il problema normalmente si intensifica durante il sonno. Come per l'apnea notturna centrale, il trattamento per i disturbi da ipoventilazione legati al sonno è spesso diretto alla gestione di una malattia sottostante che contribuisce a problemi respiratori.

Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Disturbo da ipossiemia correlata al sonno

L'ipossiemia è un basso livello di ossigeno nel sangue. Il disturbo da ipossiemia correlata al sonno si verifica quando le concentrazioni di ossigeno diminuiscono, ma i livelli di anidride carbonica non aumentano abbastanza da superare la soglia per la diagnosi di disturbo da ipoventilazione correlato al sonno.

Il disturbo dell'ipossiemia correlato al sonno si verifica principalmente come risultato di un altro problema di salute che colpisce la respirazione, inclusi numerosi tipi di condizioni polmonari, e affrontare l'ipossiemia spesso implica un focus su quel problema sottostante.

Russare

Russare si verifica quando l'aria si muove intorno al tessuto floscia vicino alla parte posteriore della gola e fa vibrare quel tessuto. Le stime lo ritengono fino a 27% dei bambini , Il 40% delle donne adulte e il 57% degli uomini adulti russare.

Il russare leggero ogni tanto è normale per la maggior parte delle persone e non è dannoso. Il russare che si verifica più di tre notti a settimana, tuttavia, è classificato come disturbo respiratorio correlato al sonno. Può essere definito russamento primario, cronico o abituale e si differenzia dal russare frequente associato all'apnea ostruttiva del sonno.

I fattori di rischio per il russamento cronico includono cose che restringono le vie aeree o causano il rilassamento dei tessuti. Gli esempi includono obesità, uso di alcol e sedativi, congestione nasale cronica e dormire sulla schiena. Alcune persone sono più inclini a russare a causa dell'anatomia della bocca, del naso e della gola.

Il principale problema di salute associato al russare è la possibilità che sia indicativo di un caso sottostante di apnea ostruttiva del sonno, quindi è importante parlare con un medico se il russare si manifesta con altri sintomi come sonnolenza diurna, recente aumento di peso, digrignamento dei denti durante sonno, o mal di testa mattutino.

Se non sono presenti altri sintomi, l'impatto maggiore del russare cronico può essere su un compagno di letto, un compagno di stanza o sui membri della famiglia che sono infastiditi dal rumore e trovano più difficile dormire. Vari tipi di trattamenti possono essere utili per ridurre il russare in modo che sia meno fastidioso per gli altri membri della famiglia della persona.

Catathrenia

La catatrenia è un modello di respirazione e vocalizzazione anormali che viene spesso definito gemito correlato al sonno.

Durante gli episodi di catatrenia, un dormiente inspira a lungo e poi espira lentamente emettendo un suono monotono simile a un gemito. Quando questo accade, il dormiente non è a conoscenza delle vocalizzazioni.

La catatrenia è rara e non presenta rischi noti per la salute del dormiente. Tuttavia, può essere fastidioso o fastidioso per i compagni di letto o altre persone a portata d'orecchio. Le persone con catatrenia possono anche essere imbarazzate per i suoni una volta che sono state informate della condizione. Quando lo si desidera, i trattamenti per l'apnea ostruttiva del sonno, come l'uso di un dispositivo a pressione positiva continua (CPAP), hanno raggiunto riduzioni degli episodi di catatrenia .

  • questo articolo è stato utile?
  • Non