Insonnia e donne

I problemi di sonno possono colpire chiunque, ma è più probabile che le donne ne soffrano insonnia degli uomini. Un sonno scarso può provocare sonnolenza diurna e contribuire a una serie di condizioni che influiscono sulla salute fisica e mentale.

Nessun singolo fattore spiega invece la disparità dell'insonnia tra uomini e donne, più elementi diversi si combinano per creare maggiori sfide del sonno per le donne. Conoscere queste potenziali cause può aiutare le donne ad affrontare i problemi del sonno con un medico in modo che possano iniziare a dormire meglio e superare l'insonnia.



L'insonnia è più comune nelle donne?

L'insonnia è notevolmente più comune nelle donne rispetto agli uomini. Sono stati tassi più elevati di insonnia nelle donne trovato in numerosi studi e alcune stime collocano il rischio di insonnia nel corso della vita come 40% in più nelle donne .

Le donne possono anche sperimentare l'insonnia in modo diverso dagli uomini. Ad esempio, negli anziani, le donne lo sono più probabilità di sperimentare più sintomi di insonnia al contrario degli uomini che spesso riferiscono un solo sintomo.

Nel complesso, è normale che le donne soffrano di problemi di sonno. Nella ricerca condotta dalla National Sleep Foundation, fino a Il 67% delle donne ha affermato di avere problemi di sonno almeno alcune notti durante l'ultimo mese e il 46% ha avuto problemi quasi ogni notte.



Perché l'insonnia è più comune nelle donne?

Non c'è un chiaro consenso sul motivo per cui l'insonnia è più comune nelle donne. I ricercatori ritengono che possa essere dovuto a una combinazione di elementi, incluso sesso e differenze di genere e fattori indipendenti.

Le differenze nel sonno basate sul sesso sono legate alle biologie, come le differenze nella produzione di ormoni e nei ritmi circadiani tra maschi e femmine. Le differenze di genere possono anche essere guidate da disparità sociali e culturali che influenzano il sonno. Altri fattori che influenzano il sonno, come la predisposizione a determinati problemi di salute fisica o mentale, possono anche contribuire a tassi più elevati di insonnia nelle donne. Tutti questi fattori possono avere un ruolo nelle donne che hanno maggiori probabilità di avere problemi di sonno.

In che modo gli ormoni influenzano il sonno?

Gli ormoni lo sono messaggeri chimici del corpo e svolgono un ruolo fondamentale nel funzionamento di virtualmente ogni sistema del corpo. Gli ormoni possono influenzano direttamente il sonno o hanno effetti indiretti in base a come modificano altri aspetti della salute e del benessere.



È probabile che le differenze ormonali siano un driver sottostante di modelli di sonno distinti nelle donne , compresi tassi più elevati di insonnia. La produzione di ormoni, tuttavia, è dinamica e cambia nel corso della vita di una donna e durante il suo ciclo mestruale mensile. Le sezioni seguenti esaminano come i cambiamenti ormonali possono manifestarsi e influenzare il sonno nel tempo.

Inizio delle mestruazioni

Negli Stati Uniti, le ragazze hanno il loro primo periodo a un età media di 13 anni . Ciò si verifica durante la pubertà, una serie più ampia di cambiamenti fisici tra cui l'aumento della produzione di ormoni sessuali come gli estrogeni.

La ricerca indica che un rischio elevato di insonnia inizia con l'inizio delle mestruazioni. La spiegazione esatta di ciò è sconosciuta, ma potrebbe essere legata a come gli ormoni sessuali influenzare il ciclo sonno-veglia e altri sistemi fondamentali del corpo. Inoltre, le prove suggeriscono che le ragazze durante la pubertà hanno un rischio maggiore di depressione, una condizione di salute mentale che è spesso legata a problemi di sonno.

Durante il ciclo mestruale

Le fasi del mensile ciclo mestruale sono guidati dai cambiamenti nella produzione di ormoni. L'aumento e la diminuzione dei livelli di estrogeni e progesterone possono indurre cambiamenti fisici ed emotivi nel corso di ogni mese, sebbene questi cambiamenti possano influenzare ogni donna in modo diverso.

I livelli di questi ormoni diminuiscono considerevolmente nei giorni precedenti ogni ciclo, provocando circa 90% delle donne sperimentare cambiamenti fisici o dell'umore, comprese le interruzioni del sonno. I livelli ormonali fluttuanti possono alterare quelli di una donna fasi del sonno durante la notte, conosciuta collettivamente come la sua architettura del sonno.

I sintomi simili all'insonnia sono comuni per le donne con sindrome premestruale (PMS) , una condizione che comporta cambiamenti significativi e dirompenti prima del periodo. Donne con esperienza di sindrome premestruale scarsa qualità del sonno .

Il disturbo disforico premestruale (PMDD) è una forma più grave di sindrome premestruale che spesso comporta disturbi del sonno più pronunciati. In giro Il 70% delle donne con PMDD riferisce sintomi di insonnia prima del ciclo.Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Durante la gravidanza

Sostanziali cambiamenti ormonali che si verificano durante e dopo la gravidanza possono influenzare il sonno. Durante la gravidanza, una donna non sperimenta più le stesse fluttuazioni mensili associate al ciclo mestruale, ma importanti cambiamenti ormonali che iniziano nel primo trimestre può causare affaticamento, nausea mattutina, aumento di peso e una serie di altri cambiamenti fisici ed emotivi. Le fluttuazioni ormonali in corso durante la gravidanza possono interrompere il ciclo sonno-veglia e molte donne ritengono che i problemi di sonno siano i peggiori durante il terzo trimestre.

Entro le prime 24 ore dopo il parto, le donne sperimentano un altro cambiamento ormonale significativo come i livelli di estrogeni e progesterone tornare rapidamente ai livelli pre-gravidanza . Gli effetti fisici ed emotivi durante questo periodo postpartum possono creare difficoltà a dormire o sonnolenza diurna.

Perimenopausa e menopausa

Lettura correlata

  • donna sdraiata sveglia a letto
  • anziano che dorme
  • Insonnia

La menopausa è quando una donna smette di avere il ciclo in modo permanente ed è preceduta da un periodo di transizione, noto come perimenopausa, che coinvolge notevole variazione nella produzione di ormoni . In media, la perimenopausa inizia tra la metà e la fine dei quarant'anni e dura circa quattro anni prima che una donna abbia il ciclo finale.

I problemi del sonno sono considerati un sintomo principale della perimenopausa e della menopausa. Si stima che il 38-60% delle donne durante questo periodo riferisca sintomi compatibili con l'insonnia.

Livelli ridotti o fluttuanti degli ormoni sessuali possono disturbare il sonno in diversi modi. Ad esempio, i cambiamenti ormonali possono causare vampate di calore e sudorazioni notturne , un altro sintomo centrale della transizione menopausale che colpisce fino all'85% delle donne . Le donne con frequenti sudorazioni notturne possono avere più interruzioni del sonno e maggiori difficoltà a riprendere sonno.

I cambiamenti ormonali associati all'invecchiamento e alla postmenopausa possono anche influenzare il sonno alterando i ritmi circadiani e il sistema del corpo per regolare la sua temperatura durante un normale ciclo sonno-veglia. Un'intersezione di questi cambiamenti ormonali con altri fattori, tra cui un livello più elevato di disturbi dell'umore e disturbi fisici, probabilmente contribuisce a problemi di sonno nelle donne anziane.

Quali sono le cause dei problemi di sonno nelle donne?

Il sonno è complesso e influenzato da una serie di fattori che riguardano i diversi aspetti della salute di una persona. Molte donne hanno problemi di sonno iniziati dal generale cause di insonnia , come disturbi del sonno, condizioni di salute mentale, cattive abitudini del sonno, disturbi del ritmo circadiano e problemi medici coesistenti.

Detto questo, molti di questi problemi non riguardano donne e uomini allo stesso modo. Le donne spesso affrontano sfide distinte per la qualità del sonno a causa di fattori biologici o norme sociali e culturali. Le sezioni seguenti descrivono varie barriere al sonno nelle donne che possono contribuire a tassi più elevati di insonnia.

Depressione, ansia e stress

Il sonno è spesso legato alla salute mentale e le donne hanno maggiori probabilità degli uomini di soffrire di problemi di sonno associati a condizioni come depressione, ansia e stress.

Alle donne viene diagnosticata la depressione a tassi più elevati rispetto agli uomini e dormire troppo o troppo poco è un sintomo frequente di questo disturbo. Gli studi hanno anche scoperto che le donne lo sono più propensi a rimuginare sulle loro preoccupazioni , che può contribuire all'ansia, limitando la capacità di addormentarsi facilmente o tornare a dormire dopo il risveglio.

Non esiste un'unica spiegazione del motivo per cui le donne hanno maggiori probabilità di essere colpite da queste condizioni e dai corrispondenti effetti dannosi sul sonno. Sebbene possano essere coinvolti fattori biologici, le disuguaglianze nelle condizioni sociali e culturali, come la quota sproporzionata delle donne nei ruoli di caregiver, possono contribuire allo stress e alle preoccupazioni che sminuiscono la salute emotiva.

Problemi urinari

I problemi alla vescica possono contribuire a minzione frequente durante la notte , noto anche come nicturia, che può essere una barriera al sonno ininterrotto. Le donne lo sono il doppio delle probabilità degli uomini di soffrire di incontinenza urinaria e altri sintomi di una vescica iperattiva. Gli studi lo stimano Il 76% delle donne over 40 ha esperienza minzione frequente durante la notte.

Gravidanza

I problemi di sonno sono comuni per le donne durante la gravidanza. Circa il 30% delle donne incinte afferma di dormire raramente o mai di dormire bene la notte e più del 50% ha sintomi simili all'insonnia . Queste difficoltà a dormire possono essere legate agli ormoni e ai vasti cambiamenti fisici associati alla gravidanza.

Minzione più frequente di notte, dolore alla schiena e al collo, difficoltà a trovare una posizione comoda per dormire e bruciore di stomaco possono tutti interferire con la quantità e la qualità del sonno . Le donne incinte hanno maggiori probabilità di sviluppare la sindrome delle gambe senza riposo e possono soffrire di problemi respiratori, inclusa l'apnea notturna.

I problemi di sonno possono persistere anche dopo il parto. Risvegli regolari per nutrire o prendersi cura di un bambino, cambiamenti ormonali, depressione postpartum e adattamento fisico ed emotivo dopo la gravidanza sono tra i fattori che causano tassi elevati di sonno scarso nelle donne dopo il parto. In generale, ci vogliono dai tre ai sei mesi perché il sonno di una madre si normalizzi dopo il parto, sebbene questo possa essere influenzato dai modelli di sonno del suo bambino.

Apnea ostruttiva del sonno

Apnea ostruttiva del sonno (OSA) è un disturbo respiratorio che comporta una diminuzione o un arresto completo del flusso d'aria, a causa di una riduzione o di una pausa completa della respirazione durante il sonno. Ciò porta a una riduzione dei livelli di ossigeno, disturbi del sonno (a causa di ripetuti episodi di risveglio) e altre gravi potenziali conseguenze per la salute. Agli uomini viene diagnosticata l'OSA a un tasso molto più elevato rispetto alle donne, sebbene entrambi i sessi possano essere colpiti. Tuttavia, non è chiaro se il pregiudizio di genere possa contribuire a questo fenomeno.

Le donne con problemi di sonno lo sono meno probabilità di essere indirizzati a cliniche del sonno specializzate dove vengono normalmente condotti i test per OSA. Ciò potrebbe riflettere il pregiudizio di genere sottostante in come vengono valutati i sintomi delle donne . Poiché l'OSA non trattata può essere una delle principali fonti di disturbi del sonno, la sottodiagnosi può contribuire a problemi di sonno in corso in alcune donne.

Sindrome delle gambe senza riposo

Sindrome delle gambe senza riposo (RLS) è una condizione in cui una persona ha un forte bisogno di muovere gli arti, in particolare le gambe, quando è sdraiata ed è comunemente associata a difficoltà di sonno. Sebbene la causa esatta sia sconosciuta, RLS lo è più comune nelle donne rispetto agli uomini , che almeno in parte può essere dovuto a tassi più elevati di RLS durante la gravidanza.

Parasonnie

Parasonnie sono comportamenti anormali durante il sonno che possono contribuire a un sonno insufficiente. La maggior parte delle parasonnie non mostra una predilezione di genere, ma si dice che il disturbo da incubo, caratterizzato da frequenti sogni inquietanti più comune nelle donne .

Debito del sonno e far fronte alla perdita di sonno

Non tutti sono colpiti allo stesso modo dalla mancanza di sonno. Studi sui cicli del sonno hanno scoperto che uomini e donne possono rispondere in modo diverso alla privazione del sonno con le donne che accumulano più rapidamente un 'debito di sonno' e sperimentano le conseguenze di un sonno insufficiente.

Allo stesso tempo, il lavoro diseguale e le responsabilità familiari di assistenza spesso vissute dalle donne in famiglia possono comportare una minore flessibilità per riprendersi dalla privazione del sonno. In uno studio, l'80% delle donne ha riferito che quando si sentono sonnolenti durante il giorno, spesso lo accettano e se ne vanno. In questo modo, la perdita di sonno può aggravarsi nel tempo.

Risposta al trattamento

Un altro fattore che può influenzare il differenziale di sonno tra uomini e donne è il modo in cui rispondono a determinati farmaci. Studi sul farmaco da prescrizione che promuove il sonno zolpidem, noto anche come Ambien, hanno scoperto che le donne che assumevano la dose standard avvertivano gli effetti del farmaco più a lungo, portando a sonnolenza mattutina. Questa scoperta ha portato la Food and Drug Administration a emettere a diversa dose prescritta per le donne .

Come possono le donne dormire meglio?

Il sonno è essenziale per la salute delle donne e, nonostante le numerose sfide per dormire bene, ci sono misure che le donne possono intraprendere per migliorare il loro riposo notturno.

A causa dell'ampia gamma di fattori che possono influenzare il sonno, è importante che le donne parlino con il proprio medico se dormono meno del numero di ore raccomandato, se il loro sonno viene interrotto frequentemente o se avvertono una notevole sonnolenza o menomazione diurna. Sotto la guida di un professionista della salute, l'insonnia può spesso essere trattata efficacemente come un disturbo del sonno sottostante, disturbi fisici o disturbi della salute mentale.

Le donne spesso traggono vantaggio dalla ricerca di modi per migliorare la propria igiene del sonno , che si riferisce all'ambiente e alle abitudini di sonno di una persona. Esempi di miglioramenti dell'igiene del sonno includono:

  • Mantenere un programma di sonno coerente con la stessa ora di andare a dormire anche nei fine settimana o nei giorni festivi.
  • Limitare l'uso di alcol e caffeina nelle ore prima di coricarsi.
  • Evitare il 'tempo sullo schermo' - utilizzando telefoni cellulari, tablet o altri dispositivi - per un'ora o più prima di andare a letto.
  • Includere tecniche di rilassamento o tempo per rilassarsi come parte di una routine standard prima di andare a letto.
  • Creare una camera da letto accogliente con un materasso di supporto, biancheria da letto di qualità, una temperatura confortevole e inquinamento luminoso e acustico limitato.
  • questo articolo è stato utile?
  • Non