Come parlare al tuo medico del tuo sonno

Lettura correlata

Tutti meritano una buona notte di sonno. Se hai problemi a dormire, potresti parlarne con il tuo medico.

Il sonno povero, occasionale o frequente, può abbassare la qualità della vita . Potresti avere problemi a concentrarti al lavoro oa scuola, rimanere concentrato durante la guida o diventare più irritabile del solito. Non trattata, disordini del sonno può portare a più problemi e gravi problemi di salute. Sfortunatamente, molte persone attendere più a lungo del necessario cercare un trattamento.



La buona notizia è che molti disturbi del sonno possono essere risolti o mediati con la diagnosi e il trattamento corretti. Spetta solo a te cercare aiuto e parlare con il tuo medico.

Quando dovresti parlare con il tuo medico del tuo sonno?

Come fai a sapere quando è il momento di parlare con il tuo medico del tuo sonno? Fai attenzione a questi segni rivelatori.

  • Hai regolarmente difficoltà ad addormentarti o a restare addormentato
  • Spesso ti svegli prima di quanto vorresti
  • Non ti senti riposato al risveglio
  • Ti senti eccessivamente assonnato o stanco durante il giorno, anche se tu dormito per 7 ore la notte prima
  • Senti il ​​bisogno di fare dei sonnellini durante il giorno per sentirti adeguatamente riposato
  • Hai difficoltà a svolgere le attività quotidiane a causa dei tuoi problemi di sonno
  • Ti addormenti mentre guidi, guardi la televisione o leggi
  • Hai avuto un partner del sonno che ti dice che russi o sussulti rumorosamente durante la sera
  • Il tuo partner del sonno ti ha detto che sembri sonnambulo, reciti i tuoi sogni o fai movimenti anormali durante la notte

Se hai riscontrato uno dei problemi precedenti più di una notte a settimana per più settimane di seguito, è il momento di parlare con un medico del tuo sonno.



Come prepararsi per il tuo appuntamento

Puoi rendere l'appuntamento del tuo medico più efficace e vantaggioso presentandoti preparato. Tieni un diario del sonno nelle settimane precedenti il ​​tuo appuntamento. Registra quando sei andato a dormire e quando ti sei svegliato, quanto tempo hai dormito in generale, quanto spesso ti sei svegliato durante la notte, quanto tempo ti ci è voluto per riaddormentarti e qualsiasi altro sintomo che hai sperimentato. Può anche essere utile annotare ciò che hai mangiato o bevuto ogni giorno e quando ti sei esercitato.

Un diario del sonno può essere uno strumento importante per aiutare il tuo medico ad arrivare alla radice del tuo problema, poiché ti aiuta a fornire al tuo medico una valutazione più accurata dei tuoi problemi di sonno. Quando alle persone vengono poste domande sulla loro insonnia, è più probabile che lo facciano esagerare i loro sintomi . Avere un diario del sonno a cui fare riferimento può fornire dati più oggettivi sul sonno.

Oltre al tuo diario del sonno, informa il tuo medico di quali strategie, se del caso, hai cercato di alleviare i tuoi problemi di sonno e che effetto hanno avuto. Annota i farmaci che stai attualmente assumendo per qualsiasi condizione di salute.



Infine, fai un elenco delle domande che vuoi porre al tuo medico sul tuo sonno.

Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Cosa ti chiederà il tuo medico?

Il tuo medico avrà le proprie domande da porre per aiutarlo a diagnosticare la causa dei tuoi problemi di sonno. Queste domande possono includere:

  • Quali problemi di sonno hai riscontrato e da quanto tempo?
  • Quando hai notato per la prima volta i tuoi sintomi? Qualcos'altro nella tua vita è cambiato in quel momento?
  • Prima di iniziare ad avere problemi con il sonno, com'era per te una buona notte di sonno?
  • In che modo i tuoi problemi di sonno ti influenzano durante il giorno?
  • Quanto tempo ti ci vuole per addormentarti dopo essere andato a letto? A che ora ti addormenti e quando ti svegli?
  • Ti sei mai svegliato presto e non riesci a riaddormentarti?
  • Sei incinta o stai vivendo la menopausa?
  • Fumi o bevi caffè o alcol? Quanto bevi o fumi in una giornata media?
  • Che tipo di esercizio pratichi e in quali momenti della giornata?
  • Com'è la tua salute mentale? Ti senti stressato, ansioso o depresso?

Alcuni problemi di sonno sono sintomatici di insonnia, un disturbo del sonno che colpisce fino a un terzo degli adulti autodichiaranti che descrive una difficoltà cronica nell'addormentarsi o nel rimanere addormentati. Altri problemi di sonno possono indicare altri disturbi del sonno, come apnea notturna, sindrome delle gambe senza riposo, narcolessia o parasonnie come il sonnambulismo o Disturbo comportamentale del sonno REM .

È anche possibile che una condizione medica di base stia causando, o almeno contribuisca a, i tuoi problemi di sonno. Alcuni dei condizioni di salute associato a un sonno di scarsa qualità includere dolore cronico, cancro, reflusso acido, diabete, depressione o cambiamenti ormonali dovuti a gravidanza o menopausa.

Oltre a farti domande, il tuo medico eseguirà probabilmente un esame fisico per determinare se una di queste condizioni influisce sul tuo sonno. Ad esempio, possono ascoltare il tuo cuore e i tuoi polmoni o controllare le dimensioni delle tue tonsille o del collo.

Cosa puoi aspettarti dopo aver parlato con il tuo medico di problemi di sonno?

Sulla base della tua storia e del tuo esame, il tuo medico determinerà i passaggi successivi appropriati. Mentre alcuni pazienti si aspettano di ricevere farmaci dopo aver inizialmente cercato un aiuto professionale per i loro problemi di sonno, i medici spesso raccomandano prima trattamenti alternativi, come l'igiene del sonno, la terapia o indirizzano a uno specialista. Quando inizi il trattamento, il tuo medico probabilmente ti chiederà di continuare a tenere il diario del sonno in modo che possano vedere se il trattamento sta funzionando e aggiustare le cose secondo necessità.

Meglio igiene del sonno è comunemente il file primo passo nel trattamento . Il medico può raccomandare di seguire un programma di sonno costante ogni giorno, cambiare la dieta o il regime di esercizio fisico, sviluppare una routine rilassante prima di coricarsi o apportare modifiche all'ambiente della camera da letto per renderlo più favorevole al sonno.

Terapia cognitivo-comportamentale per l'insonnia , o CBT-I, può anche essere raccomandato. La CBT-I si concentra sull'aiutarti a riconoscere i pensieri e i comportamenti che disturbano il tuo sonno (come stress notturno o preoccupazione, o bere troppa caffeina) e sostituirli con comportamenti che consentono un sonno sano.

Se il tuo medico sospetta che un disturbo del sonno stia causando i tuoi problemi di sonno, potrebbe indirizzarti a uno specialista del sonno. Gli specialisti del sonno hanno una formazione specializzata in medicina del sonno e ti faranno ulteriori domande sui tuoi sintomi prima di fornire una diagnosi specifica o una raccomandazione sul trattamento. Spesso eseguono uno studio del sonno notturno (noto come a polisonnogramma ) dove monitorano il tuo sonno insieme ad altri organi vitali come le onde cerebrali, la respirazione e i movimenti degli occhi e degli arti. È comune per le persone con insonnia sottovalutare quanto sonno stanno effettivamente dormendo e un polisonnogramma può aiutare a escludere altre condizioni come l'apnea notturna.

Alcuni disturbi del sonno sono in realtà un sintomo di un problema di fondo che, una volta trattato, allevia il problema del sonno. Il tuo medico può concentrarsi prima sul trattamento di questo problema. Ad esempio, possono prescrivere antidepressivi se determinano che l'ansia o la depressione contribuiscono ai tuoi problemi di sonno.

Molti problemi di sonno possono essere alleviati o risolti con una diagnosi e un trattamento adeguati. Parla con il tuo medico se sei preoccupato per il tuo sonno. Possono consigliare alcuni cambiamenti nello stile di vita e consigli per l'igiene del sonno per migliorare il tuo sonno. Condizioni più gravi possono essere trattate con una combinazione di igiene del sonno, terapia e farmaci.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +10 Fonti
    1. 1. National Heart, Lung, and Blood Institute. (n.d.-b). Privazione e carenza di sonno | NHLBI, NIH. NHLBI. Estratto il 30 dicembre 2020 da https://www.nhlbi.nih.gov/health-topics/sleep-deprivation-and-deficiency
    2. Due. Dyas, J. V., Apekey, T.A., Tilling, M., Ørner, R., Middleton, H. e Siriwardena, A. N. (2010). Esperienze di consulenze di pazienti e medici nelle cure primarie per problemi di sonno e insonnia: uno studio di focus group. Il giornale britannico di medicina generale: il giornale del Royal College of General Practitioners, 60 (574), e180-e200. https://doi.org/10.3399/bjgp10X484183
    3. 3. National Heart, Lung, and Blood Institute. (n.d.). Insonnia | NHLBI, NIH. NHLBI. Estratto il 29 dicembre 2020 da https://www.nhlbi.nih.gov/health-topics/insomnia
    4. Quattro. Mallinson, D. C., Kamenetsky, M. E., Hagen, E. W., e Peppard, P. E. (2019). Misurazione soggettiva del sonno: confronto del diario del sonno con il questionario. Natura e scienza del sonno, 11, 197–206. https://doi.org/10.2147/NSS.S217867
    5. 5. Morin, C. M., LeBlanc, M., Daley, M., Gregoire, J. P. e Mérette, C. (2006). Epidemiologia dell'insonnia: prevalenza, trattamenti di auto-aiuto, consulti e determinanti dei comportamenti di ricerca di aiuto. Medicina del sonno, 7 (2), 123-130. https://doi.org/10.1016/j.sleep.2005.08.008
    6. 6. Centro nazionale per la prevenzione delle malattie croniche e la promozione della salute, Divisione della salute della popolazione. (2018, 8 agosto). CDC - Sonno e malattie croniche - Disturbi del sonno e del sonno. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. https://www.cdc.gov/sleep/about_sleep/chronic_disease.html
    7. 7. Parrocchia J. M. (2009). Problemi legati al sonno in condizioni mediche comuni. Petto, 135 (2), 563–572. https://doi.org/10.1378/chest.08-0934
    8. 8. Saddichha S. (2010). Diagnosi e trattamento dell'insonnia cronica. Annals of Indian Academy of Neurology, 13 (2), 94–102. https://doi.org/10.4103/0972-2327.64628
    9. 9. ADAMO. Enciclopedia medica. (2020, 29 gennaio). Polisonnografia. Estratto il 30 dicembre 2020 da https://medlineplus.gov/ency/article/003932.htm
    10. 10. Accademia americana di medicina del sonno. (2014). La classificazione internazionale dei disturbi del sonno - Terza edizione (ICSD-3). Darien, IL. https://aasm.org/