Di quanto sonno hanno bisogno neonati e bambini?

Il sonno è di fondamentale importanza per i bambini piccoli. All'inizio della vita, una persona sperimenta enorme sviluppo che colpisce il cervello, il corpo, le emozioni e il comportamento e pone le basi per la loro continua crescita durante l'infanzia e l'adolescenza.

Alla luce di ciò, è normale che i genitori vogliano assicurarsi che i loro figli, siano essi neonati o bambini piccoli, dormano di cui hanno bisogno. Dopo aver convocato un gruppo di esperti per esaminare la ricerca esistente, ha formulato la National Sleep Foundation (NSF) raccomandazioni per il fabbisogno giornaliero totale di sonno in base all'età .



Fascia d'età Ore di sonno consigliate
Neonato 0-3 mesi 14-17 ore
Neonato 4-11 mesi 12-15 ore
Bambino piccolo 1-2 anni 11-14 ore
Scuola materna 3-5 anni 10-13 ore
Età scolastica 6-13 anni 9-11 ore

Questi intervalli sono per il sonno totale anche di notte e durante i sonnellini. Gli esperti della NSF hanno notato che si tratta di raccomandazioni generali e che un'ora in più o in meno può essere appropriata per alcuni bambini. I genitori possono trarre vantaggio dall'utilizzo di queste linee guida come obiettivo pur riconoscendo che una buona quantità di sonno può variare tra i bambini o di giorno in giorno.

Come dimostrano queste raccomandazioni, le esigenze di sonno evolvono man mano che un bambino cresce. Una serie di fattori può influenzare la quantità adeguata di sonno per neonati e bambini, e conoscere questi dettagli può aiutare i genitori che vogliono incoraggiare un sonno sano per i loro figli.

Di quanto sonno hanno bisogno i bambini?

I bambini trascorrono la maggior parte della giornata dormendo. La normale quantità di tempo in cui i bambini dormono dipende dalla loro età.



Neonati (0-3 mesi)

La NSF raccomanda che i neonati trascorrano tra le 14 e le 17 ore dormendo ogni giorno. A causa della necessità di nutrirsi, questo sonno viene solitamente suddiviso in una serie di periodi più brevi.

Mentre la maggior parte del sonno totale avviene di notte, è raro che i neonati dormano tutta la notte senza svegliarsi. Per adattarsi all'alimentazione, ai segmenti di sonno notturno e ai sonnellini diurni, i genitori spesso lavorano per sviluppare una struttura o un programma approssimativo per la giornata di un neonato.

I genitori devono essere consapevoli che possono verificarsi fluttuazioni nei modelli di sonno dei neonati e non indicano necessariamente un problema del sonno. Per questo motivo, l'American Association of Sleep Medicine (AASM) e l'American Academy of Pediatrics (AAP) hanno scelto di non elencare la quantità di sonno consigliata per bambini sotto i 4 mesi.



Neonati (4-11 mesi)

Le linee guida della NSF affermano che i bambini (4-11 mesi) dovrebbero dormire tra le 12 e le 15 ore al giorno. Le linee guida AASM e AAP, che raccomandano 12-16 ore totali, seguono da vicino quelle della NSF. È normale che i bambini dormano 3-4 ore durante il giorno.

Perché i bambini dormono così tanto?

I bambini trascorrono più della metà del loro tempo dormendo perché questo è un periodo di crescita sostanziale. Il sonno permette al cervello da sviluppare , costruendo reti e impegnandosi in attività che facilitano il pensiero e l'apprendimento, nonché la formazione del comportamento. Il sonno e l'alimentazione consentono inoltre al bambino di svilupparsi fisicamente, ingrandirsi e acquisire migliori capacità motorie.

È normale che i bambini facciano un pisolino?

È molto comune per i bambini fare un sonnellino e ottenere una parte significativa del loro sonno totale durante il giorno. I neonati spesso fanno un sonnellino per almeno 3-4 ore durante il giorno, e comunque il tempo totale del pisolino diminuisce man mano che invecchiano , è in genere che i bambini continuino a fare il pisolino per 2-3 ore o più ogni giorno.

Questo sonnellino non è solo normale ma anche benefico. La ricerca ha scoperto che i sonnellini frequenti consentono ai bambini di consolidare ricordi specifici. Inoltre, i sonnellini consentono una memoria più generalizzata che è importante per l'apprendimento e lo sviluppo del cervello.

Quando i bambini iniziano a dormire tutta la notte?

Per gli adulti abituati a dormire per 7-9 ore ogni notte senza interruzioni, avere un bambino può essere un'esperienza che apre gli occhi. Anche se neonati e bambini trascorrono la maggior parte del tempo dormendo, raramente dormono tutta la notte senza svegliarsi.

In generale, si pensa che i bambini inizino a consolidare il loro periodo di sonno notturno a circa sei mesi , rendendo più probabile che dormano tutta la notte. Allo stesso tempo, la ricerca ha scoperto che la data di questo traguardo può variare in modo significativo. In uno studio, un numero considerevole di bambini di sei e dodici mesi non ha dormito né sei né otto ore consecutive di notte:

Età Percentuale che non dorme più di 6 ore consecutive di notte Percentuale che non dorme più di 8 ore consecutive di notte
6 mesi 37,6% 57,0%
12 mesi 27,9% 43,4%

Mentre i genitori spesso si preoccupano se il loro bambino impiega più tempo per iniziare a dormire tutta la notte, questo stesso studio ha rilevato che non c'erano impatti rilevabili sullo sviluppo fisico o mentale di un bambino se non erano in grado di dormire per questi periodi consecutivi più lunghi da neonato.

Nel tempo, i genitori dovrebbero aspettarsi che il loro bambino inizi a dormire per segmenti più lunghi durante la notte, ma fino ad oggi, l'importanza di dormire tutta la notte non ha dimostrato di essere più importante per i bambini del tempo totale di sonno giornaliero.

Detto questo, ci sono misure che i genitori possono intraprendere per incoraggiare periodi più lunghi di sonno consecutivo durante la notte e qualsiasi preoccupazione sui frequenti risvegli notturni dovrebbe essere discussa con il pediatra che ha più familiarità con la situazione specifica del bambino.

Di quanto sonno hanno bisogno i bambini prematuri?

I bambini nati prematuramente spesso hanno bisogno di dormire ancora di più rispetto ai bambini nati a termine. Non è raro che i bambini prematuri spendano circa il 90% del loro tempo dormono . La quantità esatta di sonno di un neonato pretermine può dipendere da quanto prematuro è nato e dalla sua salute generale.

Nel corso dei primi 12 mesi, i ritmi di sonno dei prematuri vengono a assomigliano a quelli dei neonati a termine , ma nel frattempo, hanno spesso un sonno più totale, un sonno più leggero e un sonno complessivamente meno costante.

In che modo l'alimentazione influisce sul sonno dei bambini?

C'è qualche dibattito su come e se il metodo di alimentazione influisce sul sonno del bambino. Mentre alcune ricerche hanno trovato più risvegli notturni nei bambini allattati al seno, altri studi ho trovato poca differenza tra i modelli di sonno dei bambini allattati al seno e allattati con latte artificiale.

Nel complesso, a causa dei benefici per la salute documentati oltre al sonno, il AAP consiglia allattamento esclusivamente al seno per sei mesi e poi proseguimento dell'allattamento al seno complementare per un anno o più. Sebbene non sia saldamente stabilito, c'è alcune prove che i bambini allattati al seno possano dormire meglio durante gli anni della scuola materna.

Cosa puoi fare se il tuo bambino non dorme abbastanza?

I genitori che hanno dubbi sul sonno del loro bambino dovrebbero iniziare parlando con un pediatra. Tenere un diario del sonno per monitorare i modelli di sonno di tuo figlio può aiutare il medico a determinare se il sonno del tuo bambino ha uno schema normale o può riflettere un potenziale problema di sonno.

Per i bambini che hanno difficoltà a dormire tutta la notte, i cambiamenti comportamentali possono incoraggiare sessioni di sonno più lunghe. Ad esempio, ridurre la velocità di risposta al risveglio può incoraggiare l'auto-lenirsi e ritardare gradualmente l'ora di andare a letto può creare più sonnolenza che aiuta un bambino a dormire più a lungo.

Può anche essere utile migliorare igiene del sonno di creare un programma e una routine del sonno coerenti e assicurando che il bambino abbia un ambiente calmo e tranquillo per dormire. Anche l'igiene del sonno infantile dovrebbe tenere conto importanti misure di sicurezza per prevenire il rischio di soffocamento e sindrome della morte infantile improvvisa (SIDS) .

Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Di quanto sonno hanno bisogno i bambini?

La quantità di sonno che i bambini dovrebbero ottenere cambia in modo significativo con l'avanzare dell'età. Man mano che si spostano dai bambini all'età scolare, il loro sonno diventa sempre più crescente simile a quella degli adulti .

In questo processo, il fabbisogno di sonno per i bambini piccoli diminuisce e ciò si riflette principalmente in una minore quantità di tempo trascorso a sonnecchiare durante il giorno.

Anche se i bambini dormono per meno ore rispetto ai neonati, dormono rimane fondamentale per la loro salute generale e sviluppo. La mancanza di sonno sufficiente in giovane età è stata correlata a problemi di peso, salute mentale, comportamento e prestazioni cognitive.

Bambini (1-2 anni)

Si consiglia ai bambini di dormire tra le 11 e le 14 ore totali ogni giorno. Il loro sonnellino diminuisce rispetto ai neonati e spesso rappresenta circa 1-2 ore di sonno quotidiano. Due sonnellini al giorno sono normali all'inizio di questo periodo, ma non è raro che i bambini più grandi facciano solo un pisolino pomeridiano.

Scuola materna (3-5 anni)

I bambini in età prescolare che hanno 3-5 anni dovrebbero ottenere circa 10-13 ore totali di sonno al giorno secondo le linee guida NSF e AASM. Durante questo periodo, i sonnellini possono diventare più brevi o un bambino in età prescolare potrebbe smettere di sonnecchiare regolarmente.

Età scolare (6-13 anni)

La NSF consiglia ai bambini in età scolare di dormire per un totale di 9-11 ore ogni giorno. L'AASM estende la parte superiore della gamma a 12 ore.

Poiché l'età scolare include un insieme più ampio di età, le esigenze individuali di ogni bambino in questo gruppo possono variare in modo significativo. I bambini in età scolare in genere hanno bisogno di più sonno rispetto a quelli che frequentano le scuole medie o si avvicinano alle superiori.

Quando i bambini in età scolare iniziano a superare la pubertà ed entrano nell'adolescenza, i loro schemi di sonno cambiano notevolmente e possono dare origine a sfide distinte che devono affrontare adolescenti e sonno .

È normale che i bambini facciano un pisolino?

Per molti bambini è normale fare dei sonnellini, soprattutto quando sono piccoli e in età prescolare. Durante questi anni, il pisolino può continuare a conferire benefici alla memoria e al pensiero.

È normale fare un pisolino gradualmente eliminare durante la prima infanzia con i sonnellini che diventano sia più brevi che meno frequenti. Ciò può accadere naturalmente o come risultato di programmi per la scuola o la cura dei bambini.

Sebbene molti bambini smettano di fare il pisolino intorno ai cinque anni, è importante ricordare che le preferenze del pisolino possono essere diverse per ogni bambino. Nelle scuole materne con l'ora del pisolino programmato, alcuni bambini dormono facilmente, ma altri fino al 42,5% in uno studio - addormentarsi solo qualche volta o per niente.

Alcuni bambini più grandi possono ancora essere inclini a fare un pisolino e possono trarne beneficio. Nel uno studio in Cina , dove è spesso culturalmente più appropriato fare un pisolino, i bambini di età compresa tra 4 e 6 anni che facevano frequenti sonnellini dopo pranzo hanno mostrato segni di comportamento migliore, rendimento scolastico e felicità generale.

La ricerca esistente sui sonnellini e sui tempi ottimali degli episodi di sonno non è conclusiva e riconosce che ciò che è meglio per un bambino può cambiare nel tempo e potrebbe non essere ciò che è meglio per un altro bambino della stessa età. Per questo motivo, genitori, insegnanti e assistenti all'infanzia possono essere in grado di incoraggiare al meglio un sonno ottimale per i bambini essendo flessibili e comprensivi sui sonnellini.

Cosa puoi fare se tuo figlio non dorme abbastanza?

È stimato che 25% dei bambini piccoli affrontare i problemi del sonno o l'eccessiva sonnolenza diurna e questi problemi possono interessare anche i bambini più grandi e gli adolescenti. Anche se la natura delle difficoltà del sonno varia, i genitori dovrebbero parlare con i loro figli del sonno e sollevare il problema con il loro pediatra se ci sono segni di problemi gravi o persistenti, tra cui insonnia .

Aiutare i bambini a dormire spesso inizia con la creazione di una camera da letto che sia tranquilla, silenziosa e confortevole. Avere un materasso appropriato e ridurre al minimo le distrazioni, ad esempio dalla TV o da altri dispositivi elettronici, può rendere più facile per i bambini di qualsiasi età dormire in modo costante.

Stabilire abitudini di sonno sane, inclusi un programma di sonno stabile e una routine prima di andare a letto, può rafforzare l'importanza dell'ora di andare a letto e ridurre la variabilità notturna del sonno. Dare ai bambini l'opportunità di consumare le loro energie durante il giorno e di rilassarsi prima di andare a dormire può rendere più facile addormentarsi e rimanere addormentati tutta la notte.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +25 Fonti
    1. 1. Camerota, M., Tully, K. P., Grimes, M., Gueron-Sela, N., & Propper, C. B. (2018). Valutazione del sonno del neonato: qual è il confronto tra più metodi ?. Sleep, 41 (10), zsy146. https://doi.org/10.1093/sleep/zsy146
    2. Due. Hirshkowitz, M., Whiton, K., Albert, SM, Alessi, C., Bruni, O., DonCarlos, L., Hazen, N., Herman, J., Katz, ES, Kheirandish-Gozal, L., Neubauer, DN, O'Donnell, AE, Ohayon, M., Peever, J., Rawding, R., Sachdeva, RC, Setters, B., Vitiello, MV, Ware, JC e Adams Hillard, PJ (2015) . Raccomandazioni sulla durata del sonno della National Sleep Foundation: metodologia e riepilogo dei risultati. Salute del sonno, 1 (1), 40–43. https://doi.org/10.1016/j.sleh.2014.12.010
    3. 3. Ednick, M., Cohen, A. P., McPhail, G. L., Beebe, D., Simakajornboon, N., & Amin, R. S. (2009). Una rassegna degli effetti del sonno durante il primo anno di vita sullo sviluppo cognitivo, psicomotorio e del temperamento. Sleep, 32 (11), 1449–1458. https://doi.org/10.1093/sleep/32.11.1449
    4. Quattro. Paruthi, S., Brooks, LJ, D'Ambrosio, C., Hall, WA, Kotagal, S., Lloyd, RM, Malow, BA, Maski, K., Nichols, C., Quan, SF, Rosen, CL , Troester, MM e Wise, MS (2016). Quantità di sonno raccomandata per le popolazioni pediatriche: una dichiarazione di consenso dell'American Academy of Sleep Medicine. Journal of Clinical Sleep Medicine: JCSM: pubblicazione ufficiale dell'American Academy of Sleep Medicine, 12 (6), 785-786. https://doi.org/10.5664/jcsm.5866
    5. 5. Dereymaeker, A., Pillay, K., Vervisch, J., De Vos, M., Van Huffel, S., Jansen, K. e Naulaers, G. (2017). Revisione dell'EEG del sonno nei neonati pretermine e a termine. Sviluppo umano iniziale, 113, 87–103. https://doi.org/10.1016/j.earlhumdev.2017.07.003
    6. 6. Horváth, K. e Plunkett, K. (2018). Riflettori puntati sui sonnellini diurni durante la prima infanzia. Natura e scienza del sonno, 10, 97-104. https://doi.org/10.2147/NSS.S126252
    7. 7. Gradisar, M., Jackson, K., Spurrier, N. J., Gibson, J., Whitham, J., Williams, A. S., Dolby, R. e Kennaway, D. J. (2016). Interventi comportamentali per problemi di sonno infantile: uno studio controllato randomizzato. Pediatria, 137 (6), e20151486. https://doi.org/10.1542/peds.2015-1486
    8. 8. Pennestri, M. H., Laganière, C., Bouvette-Turcot, A. A., Pokhvisneva, I., Steiner, M., Meaney, M. J., Gaudreau, H. e Mavan Research Team (2018). Sonno infantile ininterrotto, sviluppo e umore materno. Pediatria, 142 (6), e20174330. https://doi.org/10.1542/peds.2017-4330
    9. 9. Bennet, L., Walker, D. W. e Horne, R. (2018). Svegliarsi troppo presto: le conseguenze della nascita pretermine sullo sviluppo del sonno. The Journal of fisiology, 596 (23), 5687-5708. https://doi.org/10.1113/JP274950
    10. 10. Schwichtenberg, A. J., Shah, P. E. e Poehlmann, J. (2013). Sonno e attaccamento nei neonati pretermine. Diario di salute mentale infantile, 34 (1), 37-46. https://doi.org/10.1002/imhj.21374
    11. undici. Galbally, M., Lewis, A. J., McEgan, K., Scalzo, K. e Islam, F. A. (2013). Allattamento al seno e modelli di sonno infantile: uno studio sulla popolazione australiana. Journal of paediatrics and child health, 49 (2), E147-E152. https://doi.org/10.1111/jpc.12089
    12. 12. Montgomery-Downs, H. E., Clawges, H. M. e Santy, E. E. (2010). Metodi di alimentazione infantile e sonno materno e funzionamento diurno. Pediatria, 126 (6), e1562 – e1568. https://doi.org/10.1542/peds.2010-1269
    13. 13. Brown, A. e Harries, V. (2015). Sonno del neonato e schemi di alimentazione notturna durante la tarda infanzia: associazione con la frequenza dell'allattamento al seno, l'assunzione di cibo complementare diurno e il peso del neonato. Medicina dell'allattamento al seno: il giornale ufficiale dell'Accademia di medicina dell'allattamento al seno, 10 (5), 246–252. https://doi.org/10.1089/bfm.2014.0153
    14. 14. Sezione sull'allattamento al seno (2012). L'allattamento al seno e l'uso del latte umano. Pediatria, 129 (3), e827-e841. https://doi.org/10.1542/peds.2011-3552
    15. quindici. Murcia, L., Reynaud, E., Messayke, S., Davisse-Paturet, C., Forhan, A., Heude, B., Charles, MA, de Lauzon-Guillain, B., & Plancoulaine, S. ( 2019). Pratiche di alimentazione infantile e sviluppo del sonno nei bambini in età prescolare della coorte madre-figlio EDEN. Journal of sleep research, 28 (6), e12859. https://doi.org/10.1111/jsr.12859
    16. 16. Bathory, E., Tomopoulos, S., Rothman, R., Sanders, L., Perrin, E. M., Mendelsohn, A., Dreyer, B., Cerra, M. e Yin, H. S. (2016). Sonno infantile e alfabetizzazione sanitaria dei genitori. Pediatria accademica, 16 (6), 550–557. https://doi.org/10.1016/j.acap.2016.03.004
    17. 17. Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development (NICHD). (n.d.). Modi per ridurre il rischio di SIDS e altre cause di morte infantile correlate al sonno. Estratto il 18 luglio 2020 da https://safetosleep.nichd.nih.gov/safesleepbasics/risk/reduce
    18. 18. Crosby, B., LeBourgeois, M. K. e Harsh, J. (2005). Differenze razziali nei sonnellini segnalati e nel sonno notturno nei bambini di età compresa tra 2 e 8 anni. Pediatria, 115 (1 Suppl), 225-232. https://doi.org/10.1542/peds.2004-0815D
    19. 19. Smith, J. P., Hardy, S. T., Hale, L. E. e Gazmararian, J. A. (2019). Disparità razziali e sonno tra i bambini in età prescolare: una revisione sistematica. Salute del sonno, 5 (1), 49–57. https://doi.org/10.1016/j.sleh.2018.09.010
    20. venti. Iglowstein, I., Jenni, O. G., Molinari, L. e Largo, R. H. (2003). Durata del sonno dall'infanzia all'adolescenza: valori di riferimento e trend generazionali. Pediatria, 111 (2), 302-307. https://doi.org/10.1542/peds.111.2.302
    21. ventuno. Akacem, L. D., Simpkin, C.T., Carskadon, M. A., Wright, K. P., Jr, Jenni, O. G., Achermann, P. e LeBourgeois, M. K. (2015). I tempi dell'orologio circadiano e del sonno differiscono tra i bambini che sonnecchiano e quelli che non sonnecchiano. PloS uno, 10 (4), e0125181. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0125181
    22. 22. Smith, S. S., Edmed, S. L., Staton, S. L., Pattinson, C. L., & Thorpe, K. J. (2019). Correlazioni dei comportamenti durante il pisolino nei bambini in età prescolare. Natura e scienza del sonno, 11, 27-34. https://doi.org/10.2147/NSS.S193115
    23. 2. 3. Liu, J., Feng, R., Ji, X., Cui, N., Raine, A. e Mednick, S. C. (2019). Sonnecchiare di mezzogiorno nei bambini: associazioni tra la frequenza e la durata del pisolino tra i risultati cognitivi, positivi sul benessere psicologico, comportamentali e sulla salute metabolica. Sleep, 42 (9), zsz126. https://doi.org/10.1093/sleep/zsz126
    24. 24. Davis, K. F., Parker, K. P. e Montgomery, G. L. (2004). Sonno nei neonati e nei bambini piccoli: seconda parte: problemi di sonno comuni. Journal of pediatric health care: pubblicazione ufficiale della National Association of Pediatric Nurse Associates & Practitioners, 18 (3), 130-137. https://doi.org/10.1016/s0891-5245(03)00150-0
    25. 25. Demirci, J. R., Braxter, B. J., & Chasens, E. R. (2012). Allattamento al seno e breve durata del sonno nelle madri e nei bambini di 6-11 mesi. Comportamento e sviluppo del bambino, 35 (4), 884-886. https://doi.org/10.1016/j.infbeh.2012.06.005