In che modo il sonno è diverso per uomini e donne?

La ricerca lo ha definitivamente dimostrato il sonno è essenziale per la salute umana . Consente al cervello e al corpo di riposare e riprendersi, consentendo un migliore benessere fisico, mentale ed emotivo.

Mentre il sonno è necessario per tutti, ci sono differenze importanti nel sonno per uomini e donne. Storicamente, la ricerca sul sonno lo ha fatto concentrato in modo sproporzionato sui maschi , lasciando lacune nella conoscenza delle differenze di sonno tra i sessi.



Negli ultimi anni, tuttavia, la scienza del sonno ha lavorato per ampliare la sua comprensione delle differenze nel sonno sia di genere che di sesso. Gli studi hanno messo in luce come i disturbi del sonno influenzano ciascun gruppo in modi distinti e come la quantità e la qualità del sonno divergano tra donne e uomini.

Le esigenze di sonno sono diverse per donne e uomini?

In generale, donne e uomini hanno le stesse esigenze di sonno notturno. La National Sleep Foundation raccomanda che gli adulti sani di qualsiasi genere si mettano in mezzo sette e nove ore di sonno per notte. Gli adolescenti ei bambini più piccoli hanno bisogno di dormire di più.

Donne e uomini dormono allo stesso modo?

Prove crescenti indicano che, in media, le donne negli Stati Uniti ottenere più sonno totale ogni giorno rispetto agli uomini quando si contano il sonno notturno e i sonnellini diurni. In un ampio studio, la differenza di tempo media dipendeva dall'età e variava da cinque a 28 minuti.



Allo stesso tempo, le donne sperimentano una maggiore frammentazione del sonno e una qualità del sonno inferiore. Alcuni ricercatori ritengono che molte donne abbiano aumentato la quantità di sonno come tentativo di compensare la ridotta qualità del sonno.

È importante ricordare che il sonno può variare notevolmente da persona a persona ed è influenzato da un'ampia gamma di fattori. Gli studi che mostrano differenze nella quantità o nella qualità del sonno riflettono un insieme che non significano che tutte le donne dormano di più o abbiano un sonno di qualità inferiore rispetto agli uomini.

Perché il sonno è diverso tra uomini e donne?

Lettura correlata

  • uomo che cammina nel parco con il suo cane
  • medico che parla al paziente
  • donna che sembra stanca
Ci sono fattori basati sul sesso e sul genere che influenzano come e perché uomini e donne dormono in modo diverso.



I fattori basati sul sesso si riferiscono alle biologie sottostanti tra cui la produzione di ormoni, i cicli del sonno e il ritmo circadiano. I fattori di genere sono collegati alle disparità sociali e culturali. Questi fattori possono essere sovrapposti e sfaccettati, creando un insieme complesso di circostanze che influenzano i singoli uomini e donne in modi unici.

Le differenze di sonno basate sul sesso generalmente iniziano durante la pubertà quando sono giovani donne iniziare il ciclo mestruale , che comporta cambiamenti significativi nella produzione di ormoni. I fattori basati sul sesso si evolvono nel tempo poiché sia ​​gli uomini che le donne subiscono cambiamenti biologici con l'invecchiamento.

Poiché riflettono ampi modelli e norme sociali e culturali, i fattori basati sul genere possono iniziare in età precoce. Come i fattori basati sul sesso, possono cambiare nel tempo, esercitando influenze dinamiche sul sonno.

Cicli del sonno

Uno dei motivi per cui donne e uomini non dormono allo stesso modo è che ci sono differenze nei loro cicli di sonno.

Durante una normale notte di sonno, è normale progredire da tre a cinque cicli di sonno . Questi cicli durano da 70 a 120 minuti e sono composti da fasi del sonno distinte . Ci sono quattro fasi del sonno, una è il sonno REM (movimento rapido degli occhi) e tre non sono REM (NREM).

Le prime tre fasi sono NREM e la fase finale è REM. Le prime due fasi NREM sono un sonno più leggero mentre la fase 3, nota come sonno profondo, comporta un rallentamento sostanziale della respirazione e dell'attività cerebrale e muscolare. Il sonno REM nella fase 4 è caratterizzato da un'attività cerebrale intensificata e da sogni più vividi.

Ogni fase del sonno contribuisce al potere riparatore del sonno e il modo in cui una persona si muove attraverso i cicli del sonno è noto come architettura del sonno.

Le donne e gli uomini hanno variazioni nell'architettura del sonno. Le donne accumulano più tempo nel sonno profondo (fase 3) e trascorrono meno tempo nella fase 1, che è il sonno più leggero. Alcune prove indicano che questa divergenza tipicamente inizia tra i 30 ei 40 anni .

Ritmo circadiano

Sebbene relativamente piccole, le differenze in ritmo circadiano tra uomini e donne possono influenzare la quantità e la qualità del loro sonno.

Il ritmo circadiano è l'orologio interno di 24 ore del corpo. Questo orologio aiuta a regolare tutti i tipi di sistemi e processi corporei, compreso il sonno, coordinando la loro funzione in momenti specifici della giornata.

Un ritmo circadiano sano promuove una routine di sonno costante, aiutandoci a sentirci svegli durante le ore diurne e assonnati di notte. Quando il programma del sonno effettivo di una persona non è sincronizzato con il ritmo circadiano, può causare interruzioni del sonno, sonnolenza diurna e altri problemi di salute.

Gli studi hanno trovato differenze nei ritmi circadiani per uomini e donne. Mentre la maggior parte dei ritmi circadiani non dura esattamente 24 ore, gli orologi interni delle donne lo sono in genere qualche minuto in meno . Le donne spesso hanno un tempismo circadiano precedente, il che significa una tendenza sia ad andare a letto che a svegliarsi prima.

Ormoni

Gli ormoni sono a principale motore delle differenze di sonno tra uomini e donne. I cambiamenti nella produzione di ormoni durante vari momenti della vita di una donna possono creare significativi problemi di sonno:

  • Il ciclo mestruale: A partire dalla pubertà, il ciclo mestruale mensile comporta importanti cambiamenti nella produzione di ormoni, in particolare estrogeni e progesterone. Un calo dei livelli di questi ormoni prima dell'inizio del ciclo di una donna può causare effetti fisici ed emotivi, compreso il sonno interrotto. Quando questi effetti sono altamente distruttivi, una donna può essere diagnosticata sindrome premestruale (PMS) e quando i sintomi sono più gravi, disturbo disforico premestruale (PMDD). Significativi problemi di sonno sono comune sia in PMS che in PMDD .
  • Gravidanza: Quando una donna è incinta, sperimenta cambiamenti ormonali pronunciati che spesso interferiscono con il sonno. Questi cambiamenti possono influenzare i tempi del sonno e l'architettura del sonno. Cambiamenti ormonali iniziare nel primo trimestre , ma molte donne incinte riferiscono di dormire peggio durante il terzo trimestre. Complessivamente, quasi il 50% delle donne in gravidanza si ritiene che manifestino sintomi simili all'insonnia e che i disturbi del sonno possano persistere durante il periodo postpartum.
  • Menopausa: Menopausa si verifica quando una donna smette definitivamente di avere il ciclo e comporta cambiamenti fondamentali nella produzione di ormoni. Questi cambiamenti iniziano in realtà alcuni anni prima della menopausa durante un periodo di transizione noto come perimenopausa. I problemi di sonno sono molto comuni durante la perimenopausa e la menopausa e si verificano a causa di cambiamenti indotti dagli ormoni del ritmo circadiano e fastidiosi vampate di calore e sudorazioni notturne , quale colpiscono fino all'85% delle donne durante questo periodo.

Anche i cambiamenti ormonali legati all'età colpiscono gli uomini e possono influire sul loro sonno. Negli uomini più anziani, la produzione di ormone della crescita diminuisce mentre i livelli di cortisolo, un ormone correlato allo stress, tendono ad aumentare. Il cambiamento dei livelli di questi ormoni può verificarsi a causa del sonno povero, ma possono anche contribuire a risvegli aumentati e ridotta qualità del sonno.

L'invecchiamento negli uomini può comportare una diminuzione dei livelli di testosterone disponibile. Alcuni studi hanno scoperto che il testosterone è più basso associato a un sonno peggiore e maggiori problemi con l'apnea ostruttiva del sonno (OSA), un disturbo respiratorio. Le prove suggeriscono che esiste una relazione complessa che coinvolge obesità, sonno e ormoni maschili, ma sono necessarie ulteriori ricerche per chiarire la connessione tra testosterone e sonno.

Altri problemi di salute

Il sonno può essere interrotto da problemi di salute sottostanti, molti dei quali non colpiscono allo stesso modo uomini e donne.

Gli uomini hanno tassi più elevati di malattie cardiovascolari e problemi polmonari cronici , entrambi possono influenzare negativamente il sonno . Il consumo di alcol in eccesso è più comune negli uomini e l'alcol può interferire con l'architettura del sonno e ridurre la qualità del sonno .

Le donne hanno maggiori probabilità degli uomini di ricevere una diagnosi depressione e ansia , condizioni di salute mentale che spesso contribuiscono alla difficoltà ad addormentarsi oa mantenere il sonno. La minzione frequente di notte, nota come nicturia, può ostacolare il sonno e gli affetti oltre il 75% delle donne di età superiore ai 40 anni , spesso a causa di una connessione a tassi più elevati di incontinenza e vescica iperattiva nelle donne. Le donne hanno maggiori probabilità di sperimentare bruciore di stomaco e reflusso acido , quale può peggiorare il sonno generale .

Norme sociali e culturali

Le influenze di genere sul sonno sono strettamente intrecciate con norme sociali e culturali che hanno impatti diseguali su donne e uomini. Poiché queste norme sono complesse, possono implicare il sonno in modi sfaccettati che non sono gli stessi per tutti gli individui.

Il caregiving è un ottimo esempio di un fattore basato sul genere che influisce sul sonno. Donne servire in modo sproporzionato come caregiver informali per adulti più anziani, bambini piccoli o familiari malati. I caregiver sperimentano più interruzioni del sonno e un maggiore stress generale che può peggiorare il sonno.

Le norme di genere svolgono un ruolo nelle opportunità di lavoro, negli orari di lavoro e nella divisione degli obblighi familiari. Nella maggior parte dei casi, i ricercatori hanno scoperto che queste norme mettono a dura prova le donne, influenzare i loro schemi di sonno e igiene del sonno . Detto questo, queste norme possono interessare anche gli uomini. Ad esempio, alcuni uomini possono sentire una maggiore pressione culturale per essere percettori di reddito, con conseguente diminuzione del tempo dedicato al sonno.

Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email sarà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Quali disturbi del sonno sono più comuni tra ogni sesso?

Numerosi disturbi del sonno, tra cui insonnia, apnea notturna e sindrome delle gambe senza riposo (RLS), colpiscono donne e uomini a ritmi diversi.

Le donne hanno una probabilità significativamente maggiore rispetto agli uomini di ricevere una diagnosi di insonnia. In totale, il loro il rischio di insonnia nel corso della vita è del 40% più alto . Il tasso più elevato di insonnia nelle donne si ritiene che sia legato a fattori sia di genere che di sesso.

Oltre a una maggiore probabilità di avere l'insonnia, le donne hanno comunemente un'insonnia più complessa di quella coinvolge più sintomi mentre gli uomini riportano tipicamente un solo sintomo di insonnia.

L'apnea ostruttiva del sonno, una condizione pericolosa della respirazione interrotta durante il sonno, è notevolmente più comune negli uomini. Si stima che l'OSA da moderata a grave colpisce il 13% degli uomini e il 6% delle donne tra i 30 ei 70 anni. L'OSA provoca interruzioni del sonno costanti ed è associata a problemi cardiaci, depressione e altri problemi di salute.

Si ritiene che parte della divergenza nella prevalenza dell'OSA negli uomini e nelle donne sia correlata al modo in cui i medici diagnosticano la condizione. I sintomi delle donne sono spesso interpretato in modo diverso con il risultato di meno rinvii a cliniche specializzate del sonno dove l'OSA viene normalmente diagnosticata.

La sindrome delle gambe senza riposo, che comporta un forte bisogno di muovere gli arti, è un disturbo del sonno più comune nelle donne . Succede più spesso durante la gravidanza, che è la ragione principale della sua maggiore prevalenza nelle donne.

Il sonno povero influisce in modo diverso sulle donne e sugli uomini?

La privazione del sonno richiede un pedaggio fisico e mentale. Le conseguenze di un sonno insufficiente per uomini e donne sono simili e riflettono solo piccole differenze.

Nel sondaggio Sleep In America 2007 della National Sleep Foundation, in giro 80% delle donne hanno detto che lo accettano e si alimentano quando hanno sonno durante il giorno. Allo stesso tempo, alcune prove indicano che le donne sviluppano rapidamente un 'debito di sonno' più rapidamente dopo un periodo di sonno debole.

Sia gli uomini che le donne possono subire gravi effetti negativi se il loro ritmo circadiano non è sincronizzato con la luce del giorno e la notte. Tuttavia, le differenze nei tempi circadiani tra uomini e donne possono rendere le donne più suscettibili agli effetti del jet lag o del lavoro a turni. Questo potrebbe spiegare studi che hanno trovato un file elevato rischio di infortuni sul lavoro tra le donne che lavorano nei turni di notte.

Le coppie dormono diversamente?

Gli studi sul sonno si sono tradizionalmente concentrati sugli individui, ma nella vita di tutti i giorni molti adulti dormono con un partner. Che il loro partner sia un uomo o una donna, questa sistemazione per dormire può influire sul riposo notturno.

Quando il sonno viene analizzato oggettivamente, gli studi hanno generalmente scoperto che le persone dormono meglio da sole che con un partner. Ma quando intervistati, la maggior parte delle persone lo dice il loro sonno è soggettivamente migliorato quando sono accanto al loro partner. Per le coppie eterosessuali o dello stesso sesso, condividere il letto con un partner può comunicare un senso di calma e sicurezza che favorisce il sonno.

Naturalmente, non tutte le relazioni promuovono un sonno di qualità. Per le coppie sposate, la ricerca ha scoperto che le caratteristiche di relazione positive sono associato a un sonno migliore e le caratteristiche negative lo sono legato a un sonno più povero . Negli anziani che spesso affrontano problemi di sonno legati all'invecchiamento, sembrano esserlo i matrimoni con alti livelli di sostegno reciproco migliorare il sonno di entrambi i partner .

La condivisione di un letto può aumentare le difficoltà del sonno per uomini e donne. Gli uomini lo sono più probabilità di russare , quindi i loro compagni di letto potrebbero essere più inclini a interrompere il sonno. Le differenze nel ritmo circadiano e negli orari del sonno tra i compagni di letto possono generare ulteriori interruzioni del sonno. Non sorprende che l'impatto di questi fattori possa variare notevolmente per ogni coppia data in base alle circostanze specifiche.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +41 Fonti
    1. 1. Istituto nazionale di disturbi neurologici e ictus (NINDS). (2019, 13 agosto). Nozioni di base sul cervello: capire il sonno. Estratto il 13 novembre 2020 da https://www.ninds.nih.gov/Disorders/patient-caregiver-education/understanding-sleep
    2. Due. Kuljis, D. A., Loh, D. H., Truong, D., Vosko, A. M., Ong, M. L., McClusky, R., Arnold, A. P., e Colwell, C. S. (2013). Differenze sessuali dipendenti dal cromosoma gonadico e sessuale nel sistema circadiano. Endocrinologia, 154 (4), 1501-1512. https://doi.org/10.1210/en.2012-1921
    3. 3. Hirshkowitz, M., Whiton, K., Albert, SM, Alessi, C., Bruni, O., DonCarlos, L., Hazen, N., Herman, J., Katz, ES, Kheirandish-Gozal, L., Neubauer, DN, O'Donnell, AE, Ohayon, M., Peever, J., Rawding, R., Sachdeva, RC, Setters, B., Vitiello, MV, Ware, JC e Adams Hillard, PJ (2015) . Raccomandazioni sulla durata del sonno della National Sleep Foundation: metodologia e riepilogo dei risultati. Salute del sonno, 1 (1), 40–43. https://doi.org/10.1016/j.sleh.2014.12.010
    4. Quattro. Burgard, S. A., & Ailshire, J. A. (2013). Sesso e tempo per dormire tra gli adulti statunitensi. Revisione sociologica americana, 78 (1), 51-69. https://doi.org/10.1177/0003122412472048
    5. 5. Mallampalli, M. P. e Carter, C. L. (2014). Esplorare le differenze di sesso e genere nella salute del sonno: un rapporto di ricerca della Society for Women's Health. Journal of Women's Health (2002), 23 (7), 553-562. https://doi.org/10.1089/jwh.2014.4816
    6. 6. Pengo, M. F., Won, C. H. e Bourjeily, G. (2018). Dormire nelle donne per tutta la durata della vita. Petto, 154 (1), 196-206. https://doi.org/10.1016/j.chest.2018.04.005
    7. 7. Patel, A. K., Reddy, V. e Araujo, J. F. (2020, aprile). Fisiologia, fasi del sonno. StatPearls Publishing. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK526132/
    8. 8. Ehlers, C. L., & Kupfer, D. J. (1997). Sonno a onde lente: i giovani uomini e donne adulti invecchiano in modo diverso? Journal of sleep research, 6 (3), 211-215. https://doi.org/10.1046/j.1365-2869.1997.00041.x
    9. 9. Santhi, N., Lazar, A. S., McCabe, P. J., Lo, J. C., Groeger, J. A., & Dijk, D. J. (2016). Differenze di sesso nella regolazione circadiana della cognizione del sonno e della veglia negli esseri umani. Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti d'America, 113 (19), E2730 – E2739. https://doi.org/10.1073/pnas.1521637113
    10. 10. Ufficio per la salute delle donne nel Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. (2018, 21 novembre). Insonnia. Estratto il 13 novembre 2020. https://www.womenshealth.gov/a-z-topics/insomnia
    11. undici. Baker, F. C., Sassoon, S. A., Kahan, T., Palaniappan, L., Nicholas, C. L., Trinder, J., & Colrain, I. M. (2012). Percepita scarsa qualità del sonno in assenza di disturbi del sonno polisonnografici nelle donne con sindrome premestruale grave. Journal of sleep research, 21 (5), 535-545. https://doi.org/10.1111/j.1365-2869.2012.01007.x
    12. 12. Ufficio per la salute delle donne nel Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. (2019, 18 aprile). Fasi del sonno. Estratto il 13 novembre 2020. https://www.womenshealth.gov/pregnancy/youre-pregnant-now-what/stages-pregnancy
    13. 13. Kızılırmak, A., Timur, S. e Kartal, B. (2012). Insonnia in gravidanza e fattori legati all'insonnia. TheScientificWorldJournal, 2012, 197093. https://doi.org/10.1100/2012/197093
    14. 14. Ufficio per la salute delle donne nel Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. (2019, 23 maggio). Menopausa. Estratto il 13 novembre 2020 da https://www.womenshealth.gov/menopause
    15. quindici. Ohayon M. M. (2006). Gravi vampate di calore sono associate a insonnia cronica. Archivi di medicina interna, 166 (12), 1262–1268. https://doi.org/10.1001/archinte.166.12.1262
    16. 16. Van Cauter, E., Leproult, R. e Plat, L. (2000). Cambiamenti legati all'età nel sonno a onde lente e nel sonno REM e relazione con l'ormone della crescita e i livelli di cortisolo negli uomini sani. JAMA, 284 (7), 861–868. https://doi.org/10.1001/jama.284.7.861
    17. 17. Barrett-Connor, E., Dam, T. T., Stone, K., Harrison, S. L., Redline, S., Orwoll, E., & Osteoporotic Fractures in Men Study Group (2008). L'associazione dei livelli di testosterone con la qualità complessiva del sonno, l'architettura del sonno e la respirazione disturbata dal sonno. The Journal of clinic endocrinology and metabolism, 93 (7), 2602-2609. https://doi.org/10.1210/jc.2007-2622
    18. 18. Mosca, L., Barrett-Connor, E., & Wenger, N. K. (2011). Differenze di sesso / genere nella prevenzione delle malattie cardiovascolari: che differenza fa un decennio. Circolazione, 124 (19), 2145-2154. https://doi.org/10.1161/CIRCULATIONAHA.110.968792
    19. 19. Ntritsos, G., Franek, J., Belbasis, L., Christou, MA, Markozannes, G., Altman, P., Fogel, R., Sayre, T., Ntzani, EE, & Evangelou, E. (2018 ). Stime di genere specifiche della prevalenza della BPCO: una revisione sistematica e una meta-analisi. Rivista internazionale di broncopneumopatia cronica ostruttiva, 13, 1507-1514. https://doi.org/10.2147/COPD.S146390
    20. venti. Schwab, R. (2020, giugno). Insonnia e sonnolenza diurna eccessiva (EDS). Versione consumer del manuale Merck. Estratto il 13 novembre 2020 da https://www.merckmanuals.com/home/brain,-spinal-cord,-and-nerve-disorders/sleep-disorders/insomnia-and-excessive-daytime-sleepiness-eds
    21. ventuno. Divisione per la salute della popolazione, Centro nazionale per la prevenzione delle malattie croniche e la promozione della salute, Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). (2020, 23 ottobre). L'eccessivo consumo di alcol è un rischio per la salute degli uomini. Estratto il 13 novembre 2020 da https://www.cdc.gov/alcohol/fact-sheets/mens-health.htm
    22. 22. Pietilä, J., Helander, E., Korhonen, I., Myllymäki, T., Kujala, U. M., & Lindholm, H. (2018). Effetto acuto dell'assunzione di alcol sulla regolazione autonomica cardiovascolare durante le prime ore di sonno in un ampio campione del mondo reale di dipendenti finlandesi: studio osservazionale. JMIR salute mentale, 5 (1), e23. https://doi.org/10.2196/mental.9519
    23. 2. 3. Ansia e Depressione Association of America (ADAA). (n.d.). Fatti e statistiche. Estratto il 13 novembre 2020 da https://adaa.org/about-adaa/press-room/facts-statistics
    24. 24. Weiss J. P. (2012). Nicturia: concentrarsi su eziologia e conseguenze. Recensioni in urologia, 14 (3-4), 48-55. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3602727/
    25. 25. Ufficio per la salute delle donne nel Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. (2019, 31 gennaio). Incontinenza urinaria. Estratto il 13 novembre 2020 da https://www.womenshealth.gov/a-z-topics/urinary-incontinence
    26. 26. Kim, Y. S., Kim, N. e Kim, G. H. (2016). Differenze di sesso e genere nella malattia da reflusso gastroesofageo. Journal of neurogastroenterology and motility, 22 (4), 575-588. https://doi.org/10.5056/jnm16138
    27. 27. Shaker, R., Castell, D.O., Schoenfeld, P. S., & Spechler, S. J. (2003). Il bruciore di stomaco notturno è un problema clinico sottovalutato che influisce sul sonno e sulla funzione diurna: i risultati di un'indagine Gallup condotta per conto dell'American Gastroenterological Association. The American Journal of gastroenterology, 98 (7), 1487-1493. https://doi.org/10.1111/j.1572-0241.2003.07531.x
    28. 28. Family Caregiver Alliance. (2019, 17 aprile). Statistiche del caregiver: dati demografici. Estratto il 13 novembre 2020 da https://www.caregiver.org/caregiver-statistics-demographics
    29. 29. Pipino, J. R., Sayer, L. C. e Casper, L. M. (2018). Stato civile e uso del tempo delle madri: assistenza all'infanzia, lavori domestici, tempo libero e sonno. Demografia, 55 (1), 107–133. https://doi.org/10.1007/s13524-018-0647-x
    30. 30. Mong, J. A., & Cusmano, D. M. (2016). Differenze di sesso nel sonno: impatto del sesso biologico e degli steroidi sessuali. Transazioni filosofiche della Royal Society of London. Serie B, Scienze biologiche, 371 (1688), 20150110. https://doi.org/10.1098/rstb.2015.0110
    31. 31. Jaussent, I., Dauvilliers, Y., Ancelin, M. L., Dartigues, J. F., Tavernier, B., Touchon, J., Ritchie, K. e Besset, A. (2011). Sintomi di insonnia negli anziani: fattori associati e differenze di genere. The American Journal of Geriatric Psychiatry: Gazzetta ufficiale dell'American Association for Geriatric Psychiatry, 19 (1), 88-97. https://doi.org/10.1097/JGP.0b013e3181e049b6
    32. 32. Peppard, P.E., Young, T., Barnet, J. H., Palta, M., Hagen, E. W., & Hla, K. M. (2013). Aumento della prevalenza di disturbi respiratori nel sonno negli adulti. Rivista americana di epidemiologia, 177 (9), 1006-1014. https://doi.org/10.1093/aje/kws342
    33. 33. Mou, J., Pflugeisen, B. M., Crick, B. A., Amoroso, P. J., Harmon, K. T., Tarnoczy, S. F., Shirley Ho, S., & Mebust, K. A. (2019). Il potere discriminante di STOP-Bang come strumento di screening per sospetta apnea ostruttiva del sonno in pazienti indirizzati clinicamente: considerando le differenze di genere. Sonno e respiro = Schlaf & Atmung, 23 (1), 65-75. https://doi.org/10.1007/s11325-018-1658-y
    34. 3. 4. Young, T., Hutton, R., Finn, L., Badr, S. e Palta, M. (1996). Il pregiudizio di genere nella diagnosi dell'apnea notturna. Le donne mancano perché hanno sintomi diversi? Archivi di medicina interna, 156 (21), 2445–2451. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8944737/
    35. 35. ADAMO. Enciclopedia medica. (2019, 23 giugno). Sindrome delle gambe senza riposo. Estratto il 13 novembre 2020 da https://medlineplus.gov/ency/article/000807.htm
    36. 36. Wong, I. S., Smith, P. M., Mustard, C. A., & Gignac, M. A. (2014). Per il meglio o il peggio? Modifica degli orari dei turni e rischio di infortunio sul lavoro tra uomini e donne. Giornale scandinavo di lavoro, ambiente e salute, 40 (6), 621–630. https://doi.org/10.5271/sjweh.3454
    37. 37. Troxel W. M. (2010). È più del sesso: esplorare la natura diadica del sonno e le implicazioni per la salute. Medicina psicosomatica, 72 (6), 578-586. https://doi.org/10.1097/PSY.0b013e3181de7ff8
    38. 38. Stafford, M., Bendayan, R., Tymoszuk, U., e Kuh, D. (2017). Supporto sociale dalla persona più vicina e qualità del sonno in età avanzata: prove da uno studio di coorte di nascita britannico. Journal of psychosomatic research, 98, 1–9. https://doi.org/10.1016/j.jpsychores.2017.04.014
    39. 39. Chen, J. H., Waite, L. J. e Lauderdale, D. S. (2015). Matrimonio, qualità delle relazioni e sonno tra gli anziani statunitensi. Journal of health and social behavior, 56 (3), 356-377. https://doi.org/10.1177/0022146515594631
    40. 40. Ailshire, J. A., e Burgard, S. A. (2012). Relazioni familiari e sonno agitato tra gli adulti statunitensi: esame delle influenze della frequenza dei contatti e della qualità delle relazioni. Journal of health and social behavior, 53 (2), 248-262. https://doi.org/10.1177/0022146512446642
    41. 41. Schwab, R. J. (2020, giugno). Versione professionale del manuale Merck: russare. Estratto il 13 novembre 2020. https://www.merckmanuals.com/professional/neurologic-disorders/sleep-and-wakefulness-disorders/snoring