In che modo la luce blu influisce sul sonno dei bambini

I dispositivi elettronici sono diventati parte integrante della vita della maggior parte dei bambini. I bambini usano l'elettronica basata sullo schermo durante il giorno per i compiti, l'intrattenimento, la comunicazione e altro ancora. Sebbene la tecnologia offra innumerevoli vantaggi educativi e sociali, il nostro facile e diffuso accesso a questi dispositivi presenta anche degli svantaggi. Una delle preoccupazioni è l'impatto che la tecnologia potrebbe avere sul sonno.

Poiché la tecnologia è diventata un luogo comune nella vita di tutti i giorni, qualità del sonno nei bambini subìto. Circa un terzo dei bambini e più della metà degli adolescenti non dorme a sufficienza. Ci sono alcuni modi in cui l'accesso serale e notturno ai dispositivi elettronici potrebbe influire sulla quantità di sonno dei bambini. Trascorrere più ore della notte sugli schermi lascia meno ore di sonno e contenuti stimolanti potrebbero ridurre la sonnolenza. Un altro meccanismo attraverso il quale l'elettronica può influenzare il sonno attraverso il luce blu emesso da questi dispositivi.



Cos'è la luce blu?

L'intero spettro della luce visibile è costituito da varie lunghezze d'onda della luce. La luce viola ha il lunghezza d'onda più corta , mentre le lunghezze d'onda della luce rossa sono le più lunghe. La luce blu è un tipo di luce a lunghezza d'onda corta che promuove prontezza e prestazioni . La luce blu è anche il regolatore più importante del nostro ciclo sonno-veglia o ritmo circadiano .

Quali sono le fonti comuni di luce blu?

Gli schermi di televisori, smartphone, tablet, computer, sistemi di gioco e alcuni lettori elettronici produrre luce blu artificiale . Tuttavia, non siamo esposti alla luce blu esclusivamente attraverso l'elettronica. Otteniamo la maggior parte della nostra esposizione alla luce blu dal sole. Inoltre, i diodi a emissione di luce (LED) e le lampadine fluorescenti, che sono diventate sempre più comuni nelle case a causa della loro efficienza energetica, producono luce blu.

Luce blu e melatonina

La melatonina è un ormone che promuove la sensazione di sonnolenza e la luce blu sopprime la produzione di melatonina. Gli esseri umani si sono evoluti per mantenere un ciclo sonno-veglia basato sul sorgere e tramontare del sole. Quando siamo esposti solo alla luce naturale del sole, i livelli di melatonina sono bassi durante il giorno, iniziano ad aumentare la sera dopo il tramonto, raggiungono il loro picco nel cuore della notte, per poi diminuire gradualmente fino al mattino.



L'esposizione alla luce blu durante il giorno dalla luce solare o da altre fonti è un sano promotore di energia e concentrazione. È stato anche dimostrato che l'esposizione alla luce blu durante il giorno migliorare la qualità del sonno e la durata. Tuttavia, l'utilizzo di dispositivi che producono luce blu artificiale la sera e la notte interrompe il nostro naturale ciclo sonno-veglia inducendo il cervello a non produrre melatonina prima di coricarsi. Questo ci fa sentire meno assonnati di quanto dovremmo prima di coricarci.

In che modo la luce blu influisce sui bambini?

I principi generali della luce che influenzano la produzione di melatonina e il sonno si applicano sia ai bambini che agli adulti. Tuttavia, i bambini possono essere ancora più sensibili alla luce. Con l'avanzare dell'età, le strutture nei nostri occhi diventano gradualmente meno sensibile alla luce . Anche i bambini lo hanno alunni più grandi rispetto agli adulti. Uno studio di ricerca ha scoperto che l'esposizione alla luce della sera sopprimeva la melatonina due volte di più nei bambini rispetto agli adulti. Anche l'età e lo stadio di sviluppo di un bambino possono determinare l'impatto. I ricercatori hanno scoperto che i bambini che non avevano ancora attraversato la pubertà hanno sperimentato in modo significativo più soppressione della melatonina in risposta alla luce della sera rispetto agli adolescenti post-pubertà.

Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

La luce blu causa problemi di sonno nei bambini?

Studi osservazionali di tutto il mondo hanno dimostrato che l'uso dello schermo da parte dei bambini è associato l'ora di andare a letto tardi e meno tempo passato a dormire. Sebbene questi studi osservazionali non possano dimostrare una relazione di causa ed effetto, numerosi studi negli adulti hanno dimostrato che l'esposizione alla luce la sera e l'uso di dispositivi che emettono luce blu prima di coricarsi influiscono sul sonno. Questa evidenza, combinata con i dati che mostrano che i bambini hanno una maggiore sensibilità alla soppressione della melatonina correlata alla luce, suggerisce che gli effetti di disturbo del sonno della luce blu possono applicarsi anche ai bambini.



Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per illuminare se la luce blu causa disturbi del sonno o se i bambini che già lottano con il sonno hanno maggiori probabilità di usare schermi (ed essere esposti alla luce blu) prima di andare a letto e di notte. È possibile che questi due fattori condividano a relazione bidirezionale , il che significa che il sonno influisce sull'utilizzo del tempo sullo schermo e l'utilizzo del tempo sullo schermo influisce sul sonno.

Effetti della perdita di sonno nei bambini

Mentre la relazione tra l'esposizione alla luce blu della sera e il sonno nei bambini richiede ulteriori indagini, l'importante ruolo che il sonno gioca nel funzionamento e nello sviluppo dell'infanzia è ben supportato da prove scientifiche. La ricerca ha dimostrato che la perdita di sonno è collegata a disattenzione , impulsività e difficoltà di autoregolazione. Anche i bambini che non dormono a sufficienza sono a rischio di essere più poveri rendimento scolastico . I sintomi della perdita di sonno nei bambini spesso rispecchiano i sintomi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), che può portare a una diagnosi errata di ADHD in alcuni bambini privati ​​del sonno.

Vengono rilasciati alcuni ormoni che aiutano con la massa muscolare, un sistema immunitario sano e la riparazione cellulare durante il sonno , quindi queste funzioni possono essere influenzate anche nei bambini che non dormono abbastanza.

Come puoi ridurre l'esposizione alla luce blu?

Data l'importanza del sonno per la salute mentale e fisica di un bambino, è fondamentale garantire che i bambini dormano costantemente a sufficienza durante la notte. Se sei preoccupato per l'impatto che l'esposizione alla luce blu potrebbe avere sul sonno di tuo figlio, ci sono una serie di passaggi che tu e tuo figlio potete intraprendere. Inizia provando i seguenti interventi:

  • Imposta un coprifuoco tecnologico : Stabilire un programma notturno che preveda l'interruzione dell'uso dell'elettronica un'ora prima di andare a dormire. Puoi utilizzare una sveglia per aiutare un bambino a ricordarsi di spegnere lo schermo in un determinato momento. Potrebbe essere utile pianificare altre attività calmanti prima di andare a letto, come leggere, puzzle, colorare, dipingere o fare stretching. I genitori dovrebbero anche dare l'esempio e limitare l'uso degli schermi prima di andare a dormire.
  • Creare zone libere dalla tecnologia : Riporre telefoni e altri dispositivi fuori dalla camera da letto e soprattutto lontano da materasso , può essere una transizione difficile per alcuni bambini, ma può avere un grande impatto sull'esposizione alla luce blu notturna. Riduce la tentazione di utilizzare i dispositivi prima di andare a dormire ed elimina la possibilità di essere svegliati da messaggi, chiamate e altri avvisi.
  • Usa filtri per la luce blu : Occhiali speciali che filtrano la luce blu può aiutare a combattere gli effetti negativi dell'esposizione alla luce blu prima di coricarsi. Anche le app per il filtraggio della luce blu sono un'opzione. Spostano la tonalità di colore dello schermo di un tablet o di uno smartphone verso lunghezze d'onda più calde dello spettro luminoso.
  • Modifica le impostazioni : Molti dispositivi elettronici includono opzioni per 'modalità notturna' o 'modalità oscura' che cambiano lo sfondo dello schermo in nero, riducendo l'esposizione alla luce blu.
  • Passa a luci rosse : Esposizione alla luce rossa non sopprime la produzione di melatonina , quindi potrebbe essere utile utilizzare lampadine a luce rossa per lampade da lettura serali e luci notturne. Anche la luce gialla e la luce arancione sono all'estremità della lunghezza d'onda lunga dello spettro della luce e potrebbero essere buone opzioni.
  • Garantire l'esposizione alla luce diurna : L'esposizione alla luce intensa durante il giorno aiuta a sincronizzare i ritmi circadiani e favorisce la sonnolenza prima di coricarsi. Assicurati che tuo figlio riceva molta luce naturale e brillante durante il giorno.

Può essere difficile navigare nell'impostazione di regole e limiti nell'uso dello schermo, specialmente negli adolescenti. Parla spesso con tuo figlio o adolescente del ruolo del sonno nella sua salute fisica ed emotiva e degli effetti dannosi che la luce blu può avere sul sonno. Potrebbe essere utile lavorare insieme per stabilire regole per l'uso della tecnologia. Genitori e tutori possono anche modellare abitudini di sonno sane, incluso il coprifuoco tecnologico e la conservazione dei dispositivi elettronici fuori dalla camera da letto.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +16 Fonti
    1. 1. Hale, L., Kirschen, G. W., LeBourgeois, M. K., Gradisar, M., Garrison, M. M., Montgomery-Downs, H., Kirschen, H., McHale, S. M., Chang, A. M., & Buxton, O. M. (2018). Abitudini di screening per i giovani e sonno: raccomandazioni sul comportamento dello schermo per il sonno per medici, educatori e genitori. Cliniche psichiatriche per bambini e adolescenti del Nord America, 27 (2), 229–245. https://doi.org/10.1016/j.chc.2017.11.014
    2. Due. National Aeronautics and Space Administration, Science Mission Directorate. (2010). Luce visibile. Estratto il 13 gennaio 2021 da https://science.nasa.gov/ems/09_visiblelight
    3. 3. Wahl, S., Engelhardt, M., Schaupp, P., Lappe, C., & Ivanov, I.V. (2019). La luce blu dell'orologio interno imposta il ritmo umano. Giornale di biofotonica, 12 (12), e201900102. https://doi.org/10.1002/jbio.201900102
    4. Quattro. Tosini, G., Ferguson, I., & Tsubota, K. (2016). Effetti della luce blu sul sistema circadiano e sulla fisiologia dell'occhio. Visione molecolare, 22, 61-72. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4734149/
    5. 5. Turner, P. L. e Mainster, M. A. (2008). Fotorecezione circadiana: invecchiamento e ruolo importante dell'occhio nella salute sistemica. The British Journal of Ophthalmology, 92 (11), 1439–1444. https://doi.org/10.1136/bjo.2008.141747
    6. 6. Blume, C., Garbazza, C., & Spitschan, M. (2019). Effetti della luce sui ritmi circadiani umani, sul sonno e sull'umore. Somnologie: Schlafforschung und Schlafmedizin = Somnology: sleep research and sleep medicine, 23 (3), 147–156. https://doi.org/10.1007/s11818-019-00215-x
    7. 7. Higuchi, S., Nagafuchi, Y., Lee, S. I., e Harada, T. (2014). Influenza della luce notturna sulla soppressione della melatonina nei bambini. The Journal of clinic endocrinology and metabolism, 99 (9), 3298-3303. https://doi.org/10.1210/jc.2014-1629
    8. 8. Crowley, S. J., Cain, S. W., Burns, A. C., Acebo, C., & Carskadon, M. A. (2015). Sensibilità aumentata del sistema circadiano alla luce nella pubertà precoce / media. The Journal of clinic endocrinology and metabolism, 100 (11), 4067-4073. https://doi.org/10.1210/jc.2015-2775
    9. 9. Hale, L., Kirschen, G. W., LeBourgeois, M. K., Gradisar, M., Garrison, M. M., Montgomery-Downs, H., Kirschen, H., McHale, S. M., Chang, A. M., & Buxton, O. M. (2018). Abitudini di screening per i giovani e sonno: raccomandazioni sul comportamento dello schermo per il sonno per medici, educatori e genitori. Cliniche psichiatriche per bambini e adolescenti del Nord America, 27 (2), 229–245. https://doi.org/10.1016/j.chc.2017.11.014
    10. 10. Lee, S. I., Matsumori, K., Nishimura, K., Nishimura, Y., Ikeda, Y., Eto, T. e Higuchi, S. (2018). Soppressione della melatonina e sonnolenza nei bambini esposti a illuminazione a LED bianchi arricchiti di blu durante la notte. Rapporti fisiologici, 6 (24), e13942. https://doi.org/10.14814/phy2.13942
    11. undici. LeBourgeois, M. K., Hale, L., Chang, A. M., Akacem, L. D., Montgomery-Downs, H. E., e Buxton, O. M. (2017). Media digitali e sonno nell'infanzia e nell'adolescenza. Pediatria, 140 (Suppl 2), S92-S96. https://doi.org/10.1542/peds.2016-1758J
    12. 12. Magee, C. A., Lee, J. K. e Vella, S. A. (2014). Relazioni bidirezionali tra la durata del sonno e il tempo trascorso davanti allo schermo nella prima infanzia. Pediatria JAMA, 168 (5), 465-470. https://doi.org/10.1001/jamapediatrics.2013.4183
    13. 13. Beebe D. W. (2011). Conseguenze cognitive, comportamentali e funzionali di un sonno inadeguato nei bambini e negli adolescenti. Cliniche pediatriche del Nord America, 58 (3), 649-665. https://doi.org/10.1016/j.pcl.2011.03.002
    14. 14. MedlinePlus: Biblioteca nazionale di medicina (USA). (2017, 26 aprile). Sonno sano. Estratto il 13 gennaio 2020 da https://medlineplus.gov/healthysleep.html
    15. quindici. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. (2020, 31 marzo). Modulo 6. Migliorare il sonno e la vigilanza, migliorare il sonno evitando la luce. Estratto il 13 gennaio 2021 da https://www.cdc.gov/niosh/work-hour-training-for-nurses/longhours/mod6/07.html
    16. 16. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. (2020, 1 aprile). Il colore della luce influenza i ritmi circadiani. Estratto il 13 gennaio 2021 da https://www.cdc.gov/niosh/emres/longhourstraining/color.html