Enuresi notturna e sonno

L'enuresi è un problema familiare che molte persone sperimentano prima o poi. Tuttavia, l'enuresi notturna può essere scomoda e sconvolgente sia per i bambini che per i genitori, soprattutto quando si verifica nei bambini più grandi. Se questo suona familiare, non sei solo.

Che cos'è l'enuresi notturna?

L'enuresi notturna, chiamata anche 'enuresi notturna', è la minzione involontaria durante il sonno bambini sopra i cinque anni di età. L'enuresi notturna colpisce da cinque a sette milioni di bambini negli Stati Uniti e dal 5 al 10% di tutti i bambini di sette anni. Sebbene l'enuresi notturna sia leggermente più comune nei ragazzi che nelle ragazze, colpisce i bambini di tutti i sessi.



Quando l'enuresi è un problema?

L'enuresi notturna può essere prevista nei bambini piccoli, ma diventa meno comune e meno frequente con l'età. Tariffe di bagnare il letto nei bambini generalmente calano notevolmente intorno ai cinque anni, con solo l'1% di questo gruppo che bagna il letto ogni notte. Il venti percento dei bambini di cinque anni bagna il letto almeno una volta al mese, anche dopo che sono stati altrimenti addestrati al vasino. In età adulta, meno dell'uno per cento di tutte le persone bagna il letto almeno una volta al mese.

Poiché ogni bambino matura e raggiunge le tappe dello sviluppo a un ritmo diverso, bambini diversi smettono di bagnare il letto a età diverse. Generalmente, l'enuresi occasionale è considerata normale durante l'infanzia e non è nulla di cui preoccuparsi.

  • In rari casi, l'enuresi notturna indica un problema sottostante. I genitori potrebbero voler esplorare i test medici se i loro figli sperimentano uno qualsiasi dei seguenti problemi :
  • Insorgenza improvvisa di episodi di enuresi nei bambini più grandi o adolescenti dopo un lungo periodo di sonno a secco
  • Minzione dolorosa
  • Urina torbida o scolorita
  • Incontinenza diurna
  • Problemi di movimento intestinale, come costipazione o mancanza di controllo intestinale
  • Problemi di sonno, come non essere in grado di essere svegliati
  • Sete eccessiva

Potenziali cause di enuresi

La maggior parte dell'enuresi è normale e non ha alcuna causa sottostante. Detto questo, ci sono una vasta gamma di potenziali cause che possono portare all'enuresi notturna. Loro includono:



  • Ansia: La ricerca mostra che i bambini che sperimentano l'enuresi notturna hanno molte più probabilità di avere problemi di ansia rispetto ai bambini che non bagnano il letto. L'ansia può essere il risultato di uno stato di angoscia cronico e continuo o di una risposta diretta a una specifica condizione o evento stressante. I bambini che lottano con l'enuresi notturna hanno maggiori probabilità di provare ansia generalizzata, attacchi di panico, fobia scolastica, ansia sociale e ansia da separazione. Se l'enuresi è un problema persistente, i genitori potrebbero prendere in considerazione l'idea di far controllare il proprio bambino per un disturbo d'ansia.
  • Abitudini alimentari e alcoliche : Alcuni cibi e bevande sono diuretici, il che significa che inducono il corpo a produrre più urina. Alcuni bambini sono più sensibili ai diuretici di altri. La caffeina, specialmente quella che si trova nel caffè e nel tè, è un importante diuretico. Anche, quando un bambino che beve può influire sulla probabilità che bagni il letto. Per questo molti genitori limitare l'assunzione di liquidi dei loro figli la sera quando si avvicina l'ora di andare a letto.
  • Infezioni del tratto urinario (IVU) : A volte, i bambini bagnano il letto perché hanno a infezione del tratto urinario o UTI. I sintomi comuni di una IVU includono minzione frequente e inaspettata, nonché infiammazione della vescica, che possono entrambe causare enuresi. Sebbene le IVU siano facilmente curabili, spesso non vengono inizialmente diagnosticate nei bambini, che a volte non hanno la capacità di spiegare i loro sintomi.
  • Apnea notturna : L'apnea notturna fa sì che il corpo smetta ripetutamente di respirare durante il sonno. È relativamente comune tra gli adulti, ma recenti ricerche hanno dimostrato che si trova anche nei bambini. Un potenziale effetto dell'apnea notturna è la produzione di un ormone chiamato 'peptide natriuretico atriale' (ANP). L'ANP fa sì che i reni producano urina extra durante il sonno, il che può provocare l'enuresi notturna .
  • Stipsi: La stitichezza fa sì che i rifiuti in eccesso si accumulino nel retto, che possono farli gonfiare. Il retto si trova proprio dietro la vescica, quindi in alcuni casi un retto sporgente spinge sulla vescica. Di conseguenza, la stitichezza regolare può causare l'enuresi notturna. I bambini che soffrono sia di stitichezza che di enuresi dovrebbero prima trattare la stitichezza, quindi vedere se l'enuresi si attenua.

Le cause meno comuni, ma potenzialmente più gravi dell'enuresi notturna includono:

  • Problemi ai reni: I reni svolgono un ruolo importante nella produzione e nello smaltimento dell'urina, quindi l'enuresi notturna può a volte essere causata da reni ingrossati o malattie renali croniche. I bambini con malattie renali potrebbero sperimentare perdita di peso, aumento della sete o aumento della minzione oltre all'enuresi.
  • Insufficienza di ADH : In una persona sana, il cervello produce un ormone chiamato 'ormone antidiuretico' (ADH). Questo ormone rallenta la velocità con cui i reni producono l'urina durante la notte. Quando c'è produzione insufficiente di ADH , o quando il corpo non elabora o non risponde adeguatamente all'ADH, la produzione di urina non rallenta sufficientemente durante la notte, il che può causare enuresi.
  • Diabete : Il diabete è causato da una produzione insufficiente dell'ormone insulina, che aiuta il corpo a processare lo zucchero. Nei pazienti non trattati, il diabete induce il corpo a smaltire lo zucchero attraverso l'urina, il che porta a una minzione iper-frequente. Uno dei primi sintomi più frequenti di diabete nei bambini è un marcato aumento della minzione, che spesso include l'enuresi notturna.

Inoltre, alcuni fattori aumentano il rischio di enuresi, soprattutto nei bambini. Questi includono:

  • Storia famigliare : Recenti prove lo suggeriscono l'enuresi è ereditaria . Il bambino medio senza alcun legame familiare con l'enuresi notturna ha circa il 15% di possibilità di affrontare il problema da solo. Se un bambino ha un genitore che ha lottato con l'enuresi notturna, il suo fattore di rischio aumenta al 50%, mentre un bambino con due genitori che ha sperimentato l'enuresi ha un fattore di rischio del 75%.
  • ADHD : L'enuresi notturna è più comune nelle persone con ADHD, specialmente nei bambini. Mentre il legame tra enuresi notturna e ADHD non è ancora completamente compreso, la ricerca lo mostra bambini con ADHD hanno un rischio maggiore di pipì a letto rispetto ai loro coetanei neurotipici.
  • Essere un 'sonno profondo' : I bambini che bagnano il letto sono spesso descritti come 'dormienti profondi'. Essere un dormiente particolarmente profondo può influenzare il modo in cui il il corpo comunica con il cervello quando si tratta di minzione. Un bambino che dorme profondamente può avere più difficoltà a sviluppare un sistema di segnalazione efficace che lo svegli quando ha bisogno di urinare. Invece, il pavimento pelvico del bambino si rilassa durante il sonno e si verifica l'enuresi notturna. Il controllo della vescica cerebrale si sviluppa naturalmente nel tempo e migliorerà con l'età, ma i bambini che dormono profondamente spesso impiegano più tempo per diventare completamente continenti di notte.
Ricevi le ultime informazioni durante il sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Come l'enuresi notturna influisce sul sonno

Ci sono molti modi in cui l'enuresi notturna può influire sul sonno. Per prima cosa, bagnare il letto può far svegliare un bambino, il che spesso porta a un'interruzione prolungata del sonno mentre si puliscono da soli o si fa aiutare da un custode a ripulirlo. Spesso può essere difficile riaddormentarsi dopo questo tipo di interruzione notturna.



Inoltre, lottare con l'enuresi notturna può causare problemi psicosociali. Ad esempio, i bambini potrebbero provare ansia prima di andare a dormire, il che può rendere più difficile addormentarsi. L'enuresi notturna può anche portare a sentimenti di vergogna e depressione, nonché imbarazzo sociale, che possono influire sul benessere emotivo del bambino e portare a ulteriori difficoltà di sonno.

Infine, alcuni casi di enuresi cronica possono causare eruzioni cutanee e irritazioni dovute all'esposizione della pelle alle urine, il che può portare a disagio che può ulteriormente influire sul sonno.

Soluzioni per l'enuresi notturna

Affrontare un problema di pipì a letto può sembrare scoraggiante all'inizio, ma spesso è molto meno complicato di quanto sembri. Ci sono una vasta gamma di azioni che puoi intraprendere per aiutare ad arrivare alla radice della maggior parte dei problemi di enuresi. Prova gli articoli nell'elenco seguente per aiutare tuo figlio a ridurre l'enuresi notturna.

  • Chiedi a tuo figlio se qualcosa non va. Può sembrare ovvio, ma uno dei migliori strumenti che un genitore ha quando si tratta di bagnare il letto è la comunicazione. Chiedi a tuo figlio se c'è qualcosa che lo infastidisce o lo rende preoccupato, arrabbiato o triste. Se sai che qualcosa ha sconvolto tuo figlio ultimamente, o sai che sta attraversando un cambiamento significativo nella sua vita, chiedigli come si sente riguardo a queste cose in particolare. Se la radice dell'enuresi notturna è emotiva o psicologica, questo tipo di conversazione può aiutare tuo figlio a sentirsi sicuro nel comunicare con te al riguardo. È anche utile chiedere ai bambini del loro corpo, concentrandosi su qualsiasi cosa nuova che potrebbero sperimentare. Questo può aiutare a identificare un potenziale comportamento da modificare o una causa medica sottostante.
  • Mantieni un atteggiamento favorevole e stai alla larga dalle punizioni . La maggior parte dei bambini che bagnano i letti non lo fanno intenzionalmente. Sebbene l'enuresi notturna possa essere allarmante e scomodo per i genitori, non dovrebbe essere immediatamente considerato un problema comportamentale o trattato con punizione. Piuttosto, dovrebbe prima essere considerato un singhiozzo dello sviluppo involontario e relativamente comune, e dovrebbe essere affrontato in modo compassionevole e senza rabbia o vergogna. Assicurati di far sapere a tuo figlio che lo ami, lo sostieni e sei empatico mentre discuti e affronti l'enuresi.
  • Tieni un calendario. Registrare i giorni di siccità rispetto ai giorni di pipì a letto può aiutare i genitori a comprendere meglio il problema e identificare potenziali fattori scatenanti. I genitori possono anche tenere un file calendario per l'enuresi con il loro bambino, incorporandolo in un sistema di incentivi per raggiungere le pietre miliari fornendo ricompense per una notte, una settimana, un mese, ecc. Questa è considerata una forma di terapia comportamentale. Alcuni bambini sono motivati ​​positivamente monitorando visivamente i loro progressi e guadagnando ricompense quando raggiungono gli obiettivi.
  • Migliora l'igiene del sonno . Molti problemi legati al sonno possono essere aiutati con il miglioramento di ' igiene del sonno . ' Migliorare l'igiene del sonno significa creare un ambiente e una serie di abitudini che facilitano un buon riposo notturno. Come con altri problemi di sonno, migliorare l'igiene del sonno può migliorare il controllo della vescica notturna da allora pipì a letto e scarsa igiene del sonno sono correlati. Suggerimenti per migliorare l'igiene del sonno includono svegliarsi e andare a dormire regolarmente, sviluppare routine prima di coricarsi, creare un ambiente di sonno confortevole e tranquillo e rimanere senza schermo per un'ora prima di andare a dormire.
  • Regola i tempi di consumo diurno e notturno. Se possibile, cerca di impedire ai bambini di bere per 1-2 ore prima di andare a letto, in modo che abbiano meno probabilità di urinare durante la notte. È anche importante assicurarsi che il bambino rimanga idratato e beva regolarmente durante il giorno, al fine di evitare un 'sovraccarico di sete' prima di coricarsi.
  • Regola la programmazione / abitudini del bagno. Assicurati che tuo figlio vada in bagno il più vicino possibile all'ora di andare a dormire. Dovrebbe essere una delle ultime cose che fanno nella loro routine notturna e può essere ripetuta se necessario. Inoltre, pianifica pause regolari per il bagno durante il giorno per mantenere sani i reni e la vescica di tuo figlio e aiutarlo a prestare attenzione alle esigenze del proprio corpo.
  • Evita gli irritanti della vescica . Alcune persone credono che determinati cibi e bevande inducano il corpo a produrre più urina o irritano la vescica e riducono il controllo della vescica. Altri esperti sconsigliano cambiare la dieta di un bambino per gestire l'enuresi notturna. Se pensi che tuo figlio possa provare irritazione alla vescica o minzione eccessiva a causa della sua dieta, consulta il tuo pediatra prima di apportare modifiche alla dieta.
  • Biofeedback. Alcuni studi suggeriscono biofeedback potrebbe essere un trattamento efficace per i bambini che lottano con l'enuresi notturna. Il biofeedback consente ai bambini di diventare più consapevoli delle risposte fisiologiche del proprio corpo. Il processo di biofeedback prevede il collegamento di un bambino a un'apparecchiatura elettromeccanica che lo informa dei cambiamenti nei processi corporei come temperatura, tensione muscolare, respirazione, attività cerebrale e altro.
  • Esercizi per il pavimento pelvico . La ricerca mostra esercizi per il pavimento pelvico può eliminare con successo l'enuresi notturna in molti bambini. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche su questo metodo, gli esercizi per il pavimento pelvico sono una potenziale soluzione da provare quando altri trattamenti non funzionano.
  • Usa un rilevatore di umidità. Gli allarmi di umidità funzionano tramite un piccolo sensore posizionato nel pigiama o nelle lenzuola di un bambino. Se il bambino inizia a urinare, il sensore rileva l'umidità e l'allarme si attiva, idealmente svegliando il bambino e dando loro la possibilità di andare in bagno. Se utilizzato nel corso del tempo (di solito circa 12 settimane), l'allarme può aiutare i bambini a farlo svegliarsi naturalmente prima che inizino a urinare. Un allarme umidità dovrebbe essere installato solo se un bambino acconsente e comprende lo scopo dell'allarme . Altrimenti, potrebbe solo causare ulteriore umiliazione, vergogna e frustrazione.
  • Chiedi al tuo pediatra . Se tuo figlio continua a bagnare il letto, chiedi al pediatra se ci sono potenziali fattori sottostanti di cui dovresti essere preoccupato. In alcuni casi, il pediatra può eseguire test per escludere o identificare le cause sottostanti. Il tuo pediatra può anche aiutarti a sviluppare un piano di gestione dell'enuresi che si adatta alle esigenze di tuo figlio.
  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +19 Fonti
    1. 1. Baird, D. C., Seehusen, D. A., & Bode, D. V. (2014). Enuresi nei bambini: un approccio basato sui casi. American Family Physician, 89 (8), 560-568. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25369644/
    2. Due. Cohn, A. (2010). Gestione consigliata dell'enuresi notturna nei bambini. Prescrittore, 21 (8), 28-34. https://wchh.onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1002/psb.616.
    3. 3. von Gontard, A., e Kuwertz-Bröking, E. (2019). La diagnosi e il trattamento dell'enuresi e dell'incontinenza urinaria diurna funzionale. Deutsches Aerzteblatt International, 116 (16), 279-285. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31159915/
    4. Quattro. Salehi, B., Yossefi Chiegan, P., Rafeei, M. e Mostajeran, M. (2016). La relazione tra i disturbi legati all'ansia infantile e l'enuresi notturna primaria. Giornale iraniano di psichiatria e scienze comportamentali, 10 (2), e4462. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27822271/
    5. 5. Caldwell, P.H.Y., Nankivell, G. e Sureshkumar, P. (2013). Semplici interventi comportamentali per l'enuresi notturna nei bambini. Database Cochrane di revisioni sistematiche, (7), CD003637. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23881652/
    6. 6. Kibar, Y. (2011). Attuale gestione delle infezioni delle vie urinarie nei bambini. IntechOpen, 267–284. https://www.intechopen.com/books/urinary-tract-infections/current-management-of-urinary-tract-infection-in-children
    7. 7. Capdevila, O. S., Kheirandish-Gozal, L., Dayyat, E., & Gozal, D. (2008). Apnea ostruttiva del sonno pediatrica: complicazioni, gestione e risultati a lungo termine. Atti della American Thoracic Society, 5 (2), 274-282. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18250221/
    8. 8. Decaux, G. (2009). La sindrome da inappropriata secrezione dell'ormone antidiuretico (SIADH). Seminari di nefrologia, 29 (3), 239–256. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19523572/
    9. 9. Geffken, G. R., Williams, L. B., Silverstein, J. H., Monaco, L., Rayfield, A., & Bell, S. K. (2007). Controllo metabolico ed enuresi notturna nei bambini con diabete di tipo 1. Journal of Pediatric Nursing, 22 (1), 4–8. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17234493/
    10. 10. von Gontard, A., Schaumburg, H., Hollmann, E., Eiberg, H., & Rittig, S. (2001). La genetica dell'enuresi: una recensione. Journal of Urology, 166 (6), 2438-2443. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11696807/
    11. undici. Shreeram, S., He, J.-P., Kalaydjian, A., Brothers, S., & Merikangas, K. R. (2009). Prevalenza dell'enuresi e sua associazione con il disturbo da deficit di attenzione / iperattività tra i bambini statunitensi: risultati di uno studio rappresentativo a livello nazionale. Journal of the American Academy of Child & Adolescent Psychiatry, 48 (1), 35-41. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19096296/
    12. 12. Cohen-Zrubavel, V., Kushnir, B., Kushnir, J. e Sadeh, A. (2011). Sonno e sonnolenza nei bambini con enuresi notturna. Sleep, 34 (2), 191–194. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21286252/
    13. 13. Tajima-Pozo, K., Ruiz-Manrique, G. e Montanes, F. (2014). Trattamento dell'enuresi in un paziente con ADHD: applicazione di una nuova terapia di modificazione comportamentale. Case Reports, 2014 (giu10 1), bcr2014203912. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24916977/
    14. 14. Anyanwu, O. U., Ibekwe, R. C., & Orji, M. L. (2015). Enuresi notturna tra i bambini nigeriani e la sua associazione con il sonno, il comportamento e il rendimento scolastico. Indian Pediatrics, 52 (7), 587–589. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26244952/
    15. quindici. National Clinical Guideline Center. (2010). Enuresi notturna: la gestione dell'enuresi notturna nei bambini e nei giovani. National Clinical Guideline Center. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22031959/
    16. 16. Sezione dell'American Academy of Pediatrics (AAP) sulla medicina integrativa. (2016). Terapie mente-corpo nei bambini e nei giovani. Pediatria, 138 (3), e20161896. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27550982/
    17. 17. Zivkovic, V., Lazovic, M., Vlajkovic, M., Slavkovic, A., Dimitrijevic, L., Stankovic, I., & Vacic, N. (2012). Esercizi di respirazione diaframmatica e riqualificazione del pavimento pelvico nei bambini con minzione disfunzionale. European Journal of Physical and Rehabilitation Medicine, 48 (3), 413–421. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22669134/
    18. 18. National Clinical Guideline Center. (2010a). Allarmi enuresi nella gestione dell'enuresi notturna. In Enuresi notturna: la gestione dell'enuresi notturna nei bambini e nei giovani (pp. 1–17). https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK62711/
    19. 19. Redsell, S. A., e Collier, J. (2001). Enuresi notturna, comportamento e autostima: una rassegna della letteratura. Bambino: cura, salute e sviluppo, 27 (2), 149–162. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11251613/