Neonati e colpi di testa di notte

I genitori dei bambini spesso dedicano molto tempo e attenzione alla promozione del sonno del loro bambino. In questo processo, i genitori possono essere sconvolti da un nuovo comportamento che insorge durante l'infanzia: il loro bambino batte ripetutamente e ritmicamente la testa o rotola il corpo prima di coricarsi o durante la notte.

Sebbene sbattere la testa possa essere forte e possa essere inquietante per i genitori, in genere è benigno. È molto raro che i bambini vengano feriti da colpi di testa. Nella maggior parte dei casi, questo comportamento va via da solo durante gli anni del bambino e di solito non è un segno di alcun problema di salute o di sviluppo.



Sebbene lo sbattere della testa sia generalmente considerato normale, in rari casi può essere classificato come un disturbo, noto come Disturbo del movimento ritmico correlato al sonno, se disturba il sonno di un bambino o provoca lesioni.

Per i genitori, imparare le basi sul battere la testa del bambino prima e durante il sonno può aiutarli a capire questo comportamento e sapere quando potrebbe essere necessario discuterne con il pediatra del loro bambino.

Cos'è Head Banging?

Il colpo di testa è un movimento ripetuto che si verifica prima di coricarsi o durante il sonno. Può apparire in modo diverso in base alla postura di un bambino:



  • Quando sono a faccia in giù nel letto, sollevano la testa e talvolta parte della parte superiore del busto e poi si sbattono di nuovo sul materasso.
  • Quando sono seduti, sbattono la testa contro la culla, un muro o un altro oggetto vicino.

Il colpo di testa continua con un ritmo costante, ogni uno o due secondi. Può andare avanti per un periodo prolungato, ma in genere dura 15 minuti o meno. In molti casi, il battito della testa è accompagnato da vocalizzazioni come un ronzio costante. Quando gli si parla, un bambino può temporaneamente interrompere il comportamento, ma di solito torna a sbattere la testa poco dopo.

La maggior parte dei colpi di testa nei neonati e nei bambini accade nel periodo precedente al sonno , ma può verificarsi anche mentre dormono. Può accadere anche prima e durante i sonnellini diurni.

Si ritiene che neonati e bambini non siano consapevoli di sbattere la testa. Quando viene chiesto ai bambini che sono abbastanza grandi per parlare la mattina successiva, di solito non hanno alcun ricordo di aver sbattuto la testa la sera prima.



In che modo il colpo di testa è correlato al dondolio del corpo e al movimento della testa?

Il colpo di testa non è l'unico tipo di movimento ripetitivo che può verificarsi prima e durante il sonno. Esempi di altri movimenti ritmici includere:

  • Oscillazione del corpo: Un bambino può muovere tutto il corpo avanti e indietro mentre è in ginocchio o semplicemente muovere il busto se è seduto.
  • Rotolamento della testa: Di solito si verifica quando un bambino è sulla schiena, questo è un frequente movimento della testa da lato a lato.
  • Rotolamento del corpo o della gamba: Questo è un movimento laterale del corpo o solo delle gambe quando si è sdraiati sulla schiena.
  • Colpo di gambe: In questo movimento, che generalmente avviene mentre un bambino è sulla schiena, le gambe vengono sollevate e poi respinte nel letto.

Colpire la testa, oscillare il corpo e rotolare la testa sono i più comuni di questi movimenti ritmici. Alcuni bambini possono esibire più di uno di questi movimenti allo stesso tempo.Ricevi le ultime informazioni nel sonno dalla nostra newsletterIl tuo indirizzo email verrà utilizzato solo per ricevere la newsletter di thesleepjudge.com.
Ulteriori informazioni possono essere trovate nel nostro politica sulla riservatezza .

Il dondolio del corpo spesso inizia prima nell'infanzia, comunemente a partire da circa sei mesi di età, mentre lo sbattere la testa, in media, inizia a circa nove mesi.

Perché i colpi di testa si verificano nei neonati e nei neonati?

Non è noto esattamente il motivo per cui i bambini sbattono la testa o si impegnano in altri movimenti ritmici prima o durante il sonno. Ricerche esistenti su questi comportamenti rimane limitato , ma ci sono alcune teorie sul motivo per cui accade il colpo di testa:

  • È un mezzo per calmarsi. Anche se il movimento sembra tutt'altro che rilassante per i genitori, la sua natura ritmica può aiutare un bambino ad addormentarsi.
  • È una forma di auto-stimolazione. Il colpo di testa e le azioni correlate possono essere un modo per stimolare il sistema vestibolare nell'orecchio interno, che gioca un ruolo importante nello sviluppo dell'infanzia , aiutando a comprendere il movimento e ottenere consapevolezza ambientale.
  • È una risposta all'ansia. Sebbene le prove di questa visione siano più limitate, alcuni ricercatori ritengono che i movimenti ritmici siano un modo fondamentale con cui i bambini molto piccoli affrontano l'ansia.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se qualcuna di queste ipotesi spieghi in modo definitivo il motivo per cui si verificano colpi di testa nei neonati e nei bambini piccoli.

Quanto è comune sbattere la testa?

I movimenti ripetitivi come sbattere la testa sono abbastanza comuni nei neonati e si stima che il 59% dei bambini di nove mesi impegnarsi in colpi alla testa, dondolio del corpo, rotazione della testa o un movimento simile.

Man mano che i bambini si spostano nell'infanzia, la prevalenza di colpi di testa diminuisce. A 18 mesi, i movimenti ritmici si osservano nel 33% dei bambini. All'età di cinque anni, la prevalenza scende a solo il 5%.

Sbattere la testa è un problema di salute?

I colpi di testa dei bambini di solito non sono un problema di salute. Per la maggior parte dei neonati e dei bambini piccoli, i movimenti ritmici non creano problemi al sonno o allo sviluppo. Mentre vedere o sentire sbattere la testa o rotolare il corpo può essere preoccupante per i genitori, raramente è un rischio per il loro bambino.

Lettura correlata


L'eccezione è il disturbo del movimento ritmico correlato al sonno. Questa condizione viene diagnosticata quando sbattere la testa o altri comportamenti simili causano lesioni a un bambino, disturbare in modo significativo il loro sonno o causare danni durante il giorno . La ricerca l'ha scoperto solo dallo 0,34% al 2,87% dei neonati e dei bambini piccoli avere questo disturbo. Come dimostrano questi dati, la grande maggioranza dei bambini che si impegnano in comportamenti ritmici e ripetitivi non soffre di Disturbo del movimento ritmico correlato al sonno.

Anche i bambini con questo disturbo è improbabile che infliggano gravi autolesioni fintanto che sono in atto le precauzioni di sicurezza di base. Tuttavia, lo hanno fatto più interruzioni del sonno , qualità del sonno inferiore e più problemi durante il giorno come riduzione della concentrazione o della memoria.

Colpire la testa è un segno di un problema di salute più grande?

È raro che sbattere la testa sia un indicatore di un problema di salute più grande. Sebbene i genitori possano temere che questa attività sia un segno di un disturbo dello sviluppo o di un altro problema, questo è raramente il caso. Per la maggior parte dei bambini, lo sbattere la testa è una fase benigna e temporanea senza implicazioni per lo sviluppo cognitivo, fisico o emotivo di un bambino.

Nei bambini con diagnosi di disturbo del movimento ritmico correlato al sonno, la ricerca non è conclusiva sull'esistenza di un collegamento a problemi come il disturbo d'ansia o il disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD). Finora non è stata stabilita alcuna connessione chiara e solo alcuni, non tutti, i bambini con disturbi del movimento del sonno mostrano segni di una condizione di salute mentale.

Alcune ricerche indicano che il disturbo del movimento ritmico correlato al sonno può avere un'associazione con apnea ostruttiva del sonno (OSA) , una condizione di respirazione si interrompe durante il sonno, o sindrome delle gambe senza riposo (RLS) , che è caratterizzato da un forte bisogno di muovere gli arti. Sebbene tutte queste condizioni possano causare disturbi del sonno, la ricerca finora non ha dimostrato alcun legame coerente tra di loro.

Quando i genitori dovrebbero parlare con un medico di headbanging?

Il colpo di testa è raramente un problema medico, ma i genitori dovrebbero parlarne con il medico del figlio se:

  • Sono presenti segni di lesioni dovute a colpi di testa o altri movimenti ripetitivi
  • Il loro bambino non dorme abbastanza di notte o mostra segni di disattenzione, mancanza di concentrazione o disturbi del pensiero durante il giorno
  • I movimenti avvengono durante la giornata e non solo prima o durante il sonno
  • Il colpo di testa persiste dopo che un bambino non è più un bambino piccolo

Nella maggior parte dei casi, un pediatra chiederà ai genitori di tenere un diario del sonno del loro bambino, inclusa la frequenza con cui hanno episodi di colpi di testa. Questo può essere sufficiente per determinare se un bambino ha un disturbo del movimento ritmico correlato al sonno, ma se necessario, il medico può ordinare altri test per escludere la presenza di altri disturbi del sonno e arrivare a una diagnosi definitiva.

Cosa dovrebbero fare i genitori per la testa ai loro figli che sbattono?

Se i movimenti ritmici di un bambino non influenzano il sonno o causano lesioni, i genitori di solito non devono intraprendere alcuna azione specifica. Nel tempo, questi comportamenti normalmente scompaiono da soli. Se ci sono segni di lesioni o interruzioni del sonno, tuttavia, i genitori dovrebbero parlare con il medico del loro bambino per chiedere consiglio.

In generale, poiché la maggior parte dei colpi di testa sono benigni, non è necessario che i genitori intervengano per cercare di fermare questi movimenti. Ciò potrebbe influire sul sonno di un bambino e può anche portare a frustrazione per i genitori poiché molti bambini torneranno rapidamente ai loro movimenti ritmici.

I genitori che si preoccupano per i colpi alla testa del loro bambino possono seguire le misure di sicurezza di base per ridurre il rischio di lesioni. Ciò significa assicurarsi che la culla o il letto sia ben costruito e soddisfa gli standard di sicurezza nazionali . Controllare regolarmente la presenza di danni e assicurarsi che le viti siano ben strette può mantenere stabile la culla durante l'uso notturno. In modo da proteggere dalla sindrome della morte infantile improvvisa (SIDS) , i bambini di età inferiore a 12 mesi dovrebbero dormire sulla schiena, su un materasso rigido e senza oggetti morbidi nella culla.

Se il rumore della testa che sbatte o dondola il corpo è fastidioso per i genitori o altri membri della famiglia, la culla può essere spostata lontano dal muro per ridurre al minimo i riverberi. Una macchina del rumore bianco nella stanza con il bambino può aiutare a calmarlo e bloccare i disturbi del suono che potrebbero svegliarlo. Un baby monitor è un buon modo per tenere d'occhio le attività notturne senza dover andare fisicamente in camera da letto per controllarle.

Gli sbalzi di testa si verificano negli adulti?

Sebbene molto raro, il disturbo del movimento ritmico correlato al sonno può persistere nell'adolescenza e nell'età adulta.

Poiché è raro, c'è molto che rimane sconosciuto su questo disturbo negli adulti. Gli studi hanno scoperto che gli adulti con disturbo del movimento ritmico correlato al sonno hanno maggiori probabilità di avere sintomi diurni significativi. I modelli familiari in cui più parenti stretti hanno il disturbo sembrano essere più comuni negli adulti.

Alcuni studi hanno notato che gli adulti con disturbo del movimento ritmico correlato al sonno lo erano più probabilità di avere condizioni coesistenti come ADHD, disturbi di salute mentale, autismo o danni al sistema nervoso centrale. Altri studi, tuttavia, non hanno identificato le stesse associazioni. Inoltre, molte persone con comportamenti anormali legati a queste altre condizioni mostrano movimenti ripetitivi durante il giorno e non solo prima e durante il sonno.

Saranno necessarie molte più ricerche per capire cosa causa il continuo sbattere della testa nell'età adulta e come e perché il disturbo del movimento ritmico correlato al sonno può essere diverso nei bambini e negli adulti.

  • questo articolo è stato utile?
  • Non
  • Riferimenti

    +13 Fonti
    1. 1. Accademia americana di medicina del sonno. (2014). La classificazione internazionale dei disturbi del sonno - Terza edizione (ICSD-3). Darien, IL. https://aasm.org/
    2. Due. Laganière, C., Gaudreau, H., Pokhvisneva, I., Atkinson, L., Meaney, M. e Pennestri, M. H. (2019). Caratteristiche materne e problemi comportamentali / emotivi nei bambini in età prescolare: come si relazionano ai movimenti ritmici del sonno all'inizio del sonno. Journal of sleep research, 28 (3), e12707. https://doi.org/10.1111/jsr.12707
    3. 3. Chiaro, G., Maestri, M., Riccardi, S., Haba-Rubio, J., Miano, S., Bassetti, C. L., Heinzer, R. C., & Manconi, M. (2017). Disturbo del movimento ritmico correlato al sonno e apnea ostruttiva del sonno in cinque pazienti adulti. Journal of Clinical Sleep Medicine: JCSM: pubblicazione ufficiale dell'American Academy of Sleep Medicine, 13 (10), 1213-1217. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5612639/
    4. Quattro. Gwyther, A., Walters, A. S. e Hill, C. M. (2017). Disturbo del movimento ritmico nell'infanzia: una revisione integrativa. Recensioni sulla medicina del sonno, 35, 62-75. https://doi.org/10.1016/j.smrv.2016.08.003
    5. 5. Wiener-Vacher, S. R., Hamilton, D. A., & Wiener, S. I. (2013). Attività vestibolare e sviluppo cognitivo nei bambini: prospettive. Frontiers in integrative neuroscience, 7, 92. https://doi.org/10.3389/fnint.2013.00092
    6. 6. Hayward-Koennecke, H. K., Werth, E., Valko, P.O., Baumann, C. R., & Poryazova, R. (2019). Disturbo del movimento ritmico correlato al sonno in terzine: prove di predisposizione genetica ?. Journal of Clinical Sleep Medicine: JCSM: pubblicazione ufficiale dell'American Academy of Sleep Medicine, 15 (1), 157-158. https://doi.org/10.5664/jcsm.7594
    7. 7. Gall, M., Kohn, B., Wiesmeyr, C., van Sluijs, RM, Wilhelm, E., Rondei, Q., Jäger, L., Achermann, P., Landolt, HP, Jenni, OG, Riener, R., Garn, H. e Hill, CM (2019). Un nuovo approccio per valutare il disturbo del movimento ritmico correlato al sonno nei bambini utilizzando l'analisi 3D automatica. Frontiere in psichiatria, 10, 709. https://doi.org/10.3389/fpsyt.2019.00709
    8. 8. Gogo, E., van Sluijs, R. M., Cheung, T., Gaskell, C., Jones, L., Alwan, N. A., & Hill, C. M. (2019). Prevalenza confermata oggettivamente del disturbo del movimento ritmico correlato al sonno nei bambini in età prescolare. Medicina del sonno, 53, 16-21. https://doi.org/10.1016/j.sleep.2018.08.021
    9. 9. Laganière, C., Pennestri, M. H., Rassu, A. L., Barateau, L., Chenini, S., Evangelista, E., Dauvilliers, Y., & Lopez, R. (2020). Disturbi del sonno notturno in bambini e adulti con disturbi del movimento ritmico. Dormi, zsaa105. Pubblicazione online anticipata. https://doi.org/10.1093/sleep/zsaa105
    10. 10. Mayer, G., Wilde-Frenz, J. e Kurella, B. (2007). Rivisitazione del disturbo del movimento ritmico correlato al sonno. Journal of sleep research, 16 (1), 110–116. https://doi.org/10.1111/j.1365-2869.2007.00577.x
    11. undici. Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo degli Stati Uniti. (n.d.). Sonno sicuro - Centro informazioni su culle e prodotti per l'infanzia. Estratto il 30 settembre 2020 da https://www.cpsc.gov/SafeSleep
    12. 12. Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development (NICHD). (n.d.). Modi per ridurre il rischio di SIDS e altre cause di morte infantile correlate al sonno. Estratto il 30 settembre 2020 da https://safetosleep.nichd.nih.gov/safesleepbasics/risk/reduce
    13. 13. Stepanova, I., Nevsimalova, S., & Hanusova, J. (2005). Disturbo del movimento ritmico nel sonno che persiste nell'infanzia e nell'età adulta. Sleep, 28 (7), 851–857. https://doi.org/10.1093/sleep/28.7.851